Ucraina, Salvini: “Vorrei sapere a chi vanno le armi di cui parla Draghi”

Il leader della Lega ha anche ringraziato Papa Francesco per le parole di speranza e ha sottolineato l'importanza di lavorare per la pace

newsby Redazione3 Maggio 2022



Parlando con i giornalisti fuori da Palazzo Madama, Matteo Salvini ha commentato le ultime dichiarazioni di Papa Francesco e del premier Mario Draghi. “Io ringrazio il Santo Padre per le parole di speranza, bisogna lavorare per la pace. Non so a quali armi si riferisca Draghi, ma voglio sapere a chi vanno perché dove le abbiamo mandate non c’è mai stata una risposta positiva. Quindi, parliamone, anche in Parlamento“. “Queste armi salvano la vita dei civili ucraini e portano alla pace? Quando si parla bisogna essere cauti. Per questo ringrazio il Santo Padre che parla da Capo di Stato. In America c’è un dibattito, gli Usa non sono Biden. Se potessi direi: ‘ridatece’ Trump – ha continuato Salvini -. Se vado in Russia? Se Servisse si. Non so dove ho messo il passaporto e non ho chiesto il visto“.

Dl Aiuti, Salvini: “Bene trasformare rifiuti in energia”


Salvini ha poi dichiarato di essere preoccupato da “chi nel 2022 non vuole i termovalorizzatori. C’è la perenne emergenza rifiuti in tutta Italia e c’è il problema dell’energia, quindi bene trasformare i rifiuti in energia. Nel 2022, dire no ad un termovalorizzatore significa vivere su Marte. Deciderà Draghi cosa fare. I rifiuti ovunque diventano energia pulita, Roma vive in emergenza rifiuti da anni e continuare a dire che bisogna aiutare i signori delle discariche non è intelligente“.  Non è mancato un  commento sull’Intervista  a Lavrov. “Ci sono stati dei passaggi inaccettabili. Nonostante tutto è folle prendersela con Mediaset. Quando si parla di censura, io non sono mai d’accordo“, ha concluso.


Tag: Matteo SalviniUcraina