Tajani: “Vogliono trattare Salvini come fecero con Berlusconi”

Il presidente di Forza Italia alla manifestazione del centrodestra a Piazza del Popolo: "Berlusconi cacciato dal Senato da una plotone di esecuzione"

newsby Redazione4 Luglio 2020



Il centrodestra scende in piazza contro il governo Conte. A Roma, in Piazza del Popoplo, sono 4280 le sedie allestite per evitare il ripetersi della ressa in occasione dell’ultima manifestazione del 2 giugno scorso. Gli ingressi sono contingentati, la mascherina è consigliata, e ai manifestanti viene misurata la temperatura prima di superare i varchi. A intervenire, nell’ordine, sono il presidente di Forza Italia, Antonio Tajani, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, e il segretario della Lega, Matteo Salvini.

Tajani: “Vogliono trattare Salvini come fecero con Berlusconi”

Ed è proprio il presidente di Forza Italia, Antonio Tajani, il primo a intervenire a “Insieme per l’Italia del lavoro”. “Sono anni che non abbiamo un presidente del Consiglio scelto dal popolo italiano – dice in Piazza del Popolo -. Abbiamo soltanto signori che sono frutto di accordi di palazzo e tutto questo è iniziato con la ignobile sentenza che ha condannato Berlusconi a stare fuori dal Senato. Una sentenza firmata da un plotone di esecuzione che prendeva ordini dall’alto e vorremmo sapere chi è che dava ordini dall’alto. Ecco perché chiediamo che ci sia una commissione d’inchiesta su ciò che è accaduto e sta accadendo in questo Paese. Su quello che ha passato non soltanto Silvio Berlusconi, ma che vogliono far passare anche a Matteo Salvini perché il disegno è sempre lo stesso. Siccome non possono vincere con il voto del popolo vincono con golpe giudiziari“.

Secondo Tajani, anche Matteo Salvini rischia di finire vittima di una giustizia definita “manipolata”. “Bisogna fare la riforma della giustizia, ma non per il cittadino Berlusconi, che è l’esempio della vittima della giustizia manipolata – prosegue il presidente di Forza Italia -. Non vogliamo che ci sia pure un altro cittadino, Salvini, vittima di una giustizia ingiusta. Noi vogliamo che ci sia la riforma perché nessun cittadino italiano deve essere penalizzato perché qualcuno ha deciso politicamente di penalizzarlo. Ecco perché vogliamo la separazione delle carriere e la riforma del Consiglio superiore di Magistratura“.

“Gli italiani chiedono una visione complessiva per il futuro”


Sceso dal palco, il videpresidente di Forza Italia ha approfondito con i cronisti i temi di cui ha parlato davanti ai manifestanti: “Questa è una piazza della libertà che chiede una visione per il futuro del nostro Paese. Noi le proposte ce le abbiamo e sono state già illustrate, peccato che il governo non le abbia mai volute accettare. Noi siamo alternativa a questo governo che non può risolvere i problemi del Paese con i ‘bonus’.”

“Quando si perde dall’inizio dell’anno mezzo milione di posti di lavoro, quando la disoccupazione giovanile raggiunge il 25 per cento, serve una reazione forte, uno shock dal punto di vista fiscale ed economico. Al governo pensano invece a discutere sulle poltrone: noi abbiamo una visione, loro no. Gli italiani chiedono a chi ha forza e capacità di governare di risolvere i loro problemi. Nulla di più” ha spiegato Tajani.


Tag: Antonio Tajani