Ponte sullo Stretto, Salvini: “Dopo 50 anni di parole, abbiamo l’intenzione di procedere”

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti è intervenuto a margine del Consiglio Trasporti a Bruxelles

newsby Redazione5 Dicembre 2022



Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, a margine del Consiglio Trasporti a Bruxelles, è tornato sulla questione relativa al Ponte sullo stretto di Messina, una delle priorità del nuovo governo Meloni. “Il ponte sullo stretto di Messina è una delle infrastrutture sul tavolo e non unisce Sicilia e Calabria, ma Italia e Nord Europa. Dopo 50 anni di parole e milioni di spesa, abbiamo l’intenzione di procedere“, le sue parole.

E ancora: “Questo collegamento è una priorità per me, per il governo e per gli italiani, oltre che essere di estremo interesse per la Commissione europea e per i colleghi degli altri Paesi, che vedono il ponte come il completamento di un corridoio fondamentale fra il Mediterraneo e la Scandinavia“, ha aggiunto Salvini.

“Adoro prelevare al bancomat, finché non dimentico il codice”


Quindi, Salvini ha ironizzato sulla questione Pos. “Io sono per la libertà: ognuno deve essere libero di pagare ciò che vuole come vuole, senza essere multato. Se vuoi pagare il caffè con il Pos lo paghi, se vuoi pagarlo con l’euro lo paghi. Se però con il Pos un commerciante ci rimette, ecco che le cose cambiano. Sarebbe diverso se per loro le commissioni fossero a zero“, ha spiegato.

“Da problema italiano, l’immigrazione è un problema comune”


Il codice di condotta per le Ong, che prima era un tema solo italiano, ora diventa un tema europeo. Vi è condivisione sulla questione dei ricollocamenti obbligatori, quindi il fatto che l’Italia abbia aperto il dibattito mi pare stia portando a buoni frutti“, ha poi aggiunto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti in merito alla questione immigrazione.

Brennero, Salvini a Ue: “Affrontare e risolvere blocchi”


Una chiosa finale in riferimento all’invito espresso dall’omologo tedesco, Volker Wissing, a “non bloccare le comunicazioni e l’interoperabilità” tra l’Italia e l’Austria. “Quello che accade da troppo tempo al Brennero è un tema che va assolutamente affrontato e risolto, spero positivamente, nell’interesse della piena collegabilità dell’Europa“.

E ancora: “Sottolineo ai colleghi che l’attuale governo dopo 54 anni di mancati sforzi ha tutta l’intenzione di avere un collegamento stabile fra Sicilia e Calabria, fra Italia ed Europa, per il completamento di quel corridoio scandinavo-mediterraneo che con il Ponte che collega Messina e Reggio, Sicilia e Calabria, avrebbe l’anello mancante di cui parlava la commissaria Valean. Noi stiamo investendo sulla progettazione avendo tempi e finanziamenti certi“, ha concluso Salvini.


Tag: Matteo SalviniPonte sullo Stretto di Messina