Piano Colao, le reazioni della politica

Per Gasparri e Salvini c’è disponibilità a discutere le proposte presentate al presidente del Consiglio. Bersani categorico: "Radicalmente contrario alla sanatoria sul contante"

newsby Redazione9 Giugno 2020


Dopo due mesi di lavoro, lo studio della task force guidata da Vittorio Colao è arrivato sul tavolo del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Inevitabile che il “Piano Colao” accendesse il dibattito politico. Da una parte c’è chi, come Maurizio Gasparri e Matteo Salvini, si dice disposto a discutere le proposte. Dall’altra chi, come Pierluigi Bersani, boccia senza mezzi termini alcuni passaggi come, per esempio, la sanatoria sul contante.

Gasparri: “Pronti a discutere proposte Colao”


Il primo a parlare, in tarda mattinata, era stato il capogruppo al Senato di Forza Italia, Maurizio Gasparri, che a margine di una conferenza stampa alla Camera si era detto pronto a discutere le proposte. “Ce ne sono alcune interessanti e alcune scontate, ma servirebbe un tavolo di confronto tra maggioranza e opposizione. Il governo cerca passerelle, noi siamo pronti a discutere il progetto“, le sue parole.

Salvini: “Se ci porta taglio tasse lo votiamo”


Simile anche la posizione del leader della Lega, Matteo Salvini, intercettato nei pressi del Senato. “Se ci portano in aula il taglio delle tasse e la semplificazione della burocrazia, lo votiamo“, le sue parole. E ancora: “Alcune proposte le abbiamo già fatte noi negli emendamenti – ha aggiunto Salvini -. Poi certo, per tre mesi non ci hanno mai ascoltato, ma magari, meglio tardi che mai“.

Serracchiani: “Piano Colao molto utile”


Il piano proposto da Colao è molto utile, su alcuni temi siamo assolutamente allineati“, è la posizione della vicepresidente del Pd, Debora Serracchiani. “Il governo deve cambiare passo? Assolutamente sì, o facciamo questo o rischiamo di non cogliere la grande sfida di fronte al Paese. Viceversa significherebbe che non saremo stati all’altezza“, ha poi aggiunto uscendo dalla Camera dei deputati.

Bersani: “Radicalmente contrario alla sanatoria sul contante”


Chi, invece, non è d’accordo con uno dei punti previsti dal Piano Colao è il deputato di Articolo 1, Pier Luigi Bersani. Ai cronisti nei pressi di Montecitorio, Bersani ha manifestato la propria categorica contrarietà alla sanatoria sul contante. “Ecco, su quella sono radicalmente contrario“, il suo lapidario commento. “Se c’è la volontà di mettere mano a una questione come il sistema fiscale? Questo non lo so“, ha continuato l’ex segretario Pd.


Tag: Debora SerracchianiGiuseppe ConteMatteo SalviniMaurizio GasparriPier Luigi BersaniVittorio Colao