Olimpiadi 2026, Malagò: “Governi che cambiano ogni anno non aiutano”

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha incontrato oggi il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, per fare il punto sulle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina, che si disputeranno nel 2026

newsby Alessandro Boldrini27 Luglio 2022



Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha incontrato oggi il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, per fare il punto sulle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina, che si disputeranno nel 2026. “Fa parte della genetica, della storia, della tradizione del nostro Paese ridursi a rincorrere“, pertanto colmare i ritardi delle Olimpiadi di Milano-Cortina 2026 “non è così scontato. Perché nasce dal tempo perso per allestire l’agenzia delle Infrastrutture” e “non aiutano i governi che cambiano ogni anno“, le sue parole.

Malagò: “Soci fondatori chiedono certezze sui tempi”


L’anomalia era che il Governo non ci fosse dall’inizio” nella Fondazione Milano-Cortina. Un’anomalia “figlia di una dinamica di equilibri politico-istituzionali“, ha aggiunto il n.1 del Coni.
E ancora: “Mi sembra giusto, anche in considerazione di tutto quello che è successo, che il Governo abbia un ruolo centrale“. E sui tempi delle opere ha spiegato: “Ogni 10-15 giorni incontriamo il commissario della società Infrastrutture. I soci fondatori hanno chiesto di avere certezza sul cronoprogramma a prescindere da tutto. Mi sembra una richiesta più che legittima. Nella riunione della prossima settimana ci saranno le risposte“.

“Allontanamento Novari? Non ci riguarda”


Un cambio di ruolo o un allontanamento dell’amministratore delegato della Fondazione Milano-Cortina 2026, Vincenzo Novari, “non è un tema all’ordine del giorno e non ci riguarda“, ha sottolineato Malagò. “E’ una domanda che sento fare ogni tanto, ma non so per quale motivo. Una cosa è sicura: quando il 24 giugno 2019 vincemmo la candidatura il mondo dello sport chiese un rappresentante a presiedere la Fondazione. La politica era giusto individuasse l’amministratore delegato“, ha concluso.

Olimpiadi 2026, Fontana: “Crisi Governo non compromette ingresso in Fondazione”


All’incontro, come detto, ha partecipato anche il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. “Stiamo aspettando questo cronoprogramma” sulle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026, ma “non ci sono ritardi“, ha assicurato. “Stiamo lavorando sia con il Coni sia con il Governo, con cui stiamo discutendo sulla possibilità che entri nella nostra Fondazione“, ha aggiunto. E a chi gli chiedeva se la crisi politica possa compromettere l’ingresso dell’esecutivo, il governatore lombardo ha risposto con un secco: “No“.

Fontana: “Vertice Cdx? Mi aspetto di poter continuare a lavorare”


Infine, Fontana ha parlato del vertice di centrodestra in programma a Roma: “Mi aspetto semplicemente di poter continuare a lavorare per la mia regione. Sto continuando ad affrontare una serie di proposte e progetti che stiamo realizzando. Cose sempre più belle e importanti: questa è l’unica cosa che mi interessa“, ha concluso il governatore della Lombardia.


Tag: Attilio FontanaGiovanni MalagòMilano-Cortina 2026