Maturità, Azzolina: “Gli esami iniziano il 17 giugno e saranno in presenza”

Il ministro dell'Istruzione spiega lo svolgimento degli esami: sia di Maturità sia di terza media. Lucia Azzolina spiega anche le modalità di valutazione per gli studenti e non rinnega la scelta di avere chiuso delle scuole

newsby Redazione16 Maggio 2020



“Gli esami di Stato iniziano il 17 giugno e si faranno in presenza. Non ci saranno più le prove scritte ma un orale della durata di un’ora”. È l’annuncio ufficiale da parte del ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, sugli esami di Maturità, in occasione di una conferenza stampa. “In apertura ci sarà un elaborato sulle discipline di indirizzo concordate da studenti e docenti”, spiega Azzolina. “Poi ci sarà la discussione di un elaborato di italiano e i materiali preparati dalla commissione assegnati agli studenti. I commissari saranno tutti interni e lo studente racconterà quello che ha fatto durante l’alternanza scuola lavoro e cittadinanza e costituzione. Chiedo ai docenti di chiedere agli studenti come hanno passato questa esperienza durante il Coronavirus. I ragazzi partiranno da un massimo di 60 crediti e la prova orale varrà 40 punti. Gli esami sono un momento importantissimo e mai avrei tolto questo momento ai più giovani”.

Scuola, Azzolina: “Chi ha insufficienze recupererà a settembre”


Oltre agli esami di Maturità, Lucia Azzolina ha anche parlato delle insufficienze eventualmente prese dagli studenti. “Non possiamo che prevedere un sistema diverso di valutazione”, ha detto. “Non volevamo lasciare indietro nessuno studente. La valutazione sarà seria e le insufficienze saranno riportate nei documenti ma gli studenti hanno il diritto di recuperare. Abbiamo attraversato una tempesta, quindi le insufficienze saranno recuperate a settembre. Si potrà bocciare solo se non ci sono elementi di valutazione perché lo studente non aveva frequentato nel primo periodo didattico. Non può essere ammesso se uno studente ha ricevuto dei provvedimenti disciplinari gravi. Esclusi questi due casi lo studente recupererà le insufficienze”.

Maturità ma anche esami di terza media: “Discussione tesina entro il 30 giugno”, dice Azzolina


“Per gli esami di terza media gli studenti produrranno un elaborato e, secondo quanto chiesto dalle scuole, abbiamo dilatato nel tempo le procedure. L’elaborato sarà discusso online e verrà fatto uno scrutinio finale. Ci sarà tempo fino al 30 giugno”. Conferma il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, dopo avere parlato degli esami di Maturità.

Coronavirus, Azzolina: “Tenere chiuse le scuole ha salvato vite umane”


Infine, una dichiarazione sulla decisione di chiudere gli istituti scolastici durante il Coronavirus: “Chiudere le scuole è stata una scelta molto sofferta ma la decisione è stata assolutamente condivisa. Sarebbe stato molto più facile riaprirle ma io ripeto sempre che abbiamo giurato sulla Costituzione e abbiamo pensato al bene comune. Tenere chiuse le scuole ha salvato delle vite umane limitando il contagio”.


Tag: Lucia AzzolinaMaturità