Immigrazione, Salvini: “Sono stufo che in Italia entrino cani e porci”

Il leader della Lega durante un comizio: "Le regole valgono solo per gli italiani. Ne ho le palle piene"

newsby Redazione30 Settembre 2021



Durante un comizio elettorale a Mentana (Roma), Matteo Salvini ha parlato dell’immigrazione. “Siamo qui in Piazza Garibaldi e i nostri nonni hanno combattuto delle guerre per difendere i confini del nostro Paese“, ha esordito il leader della Lega. “Io da Italiano sono stufo che in Italia entrino cani e porci senza nessun limite. Senza regole, senza controllo. Agli italiani serve il Green Pass per andare a lavorare e al bar e non a chi sbarca domani mattina. Ne ho le palle piene“, ha dichiarato Salvini. “Le regole valgono solo per gli italiani e non per chi sbarca domani mattina. È per questo che ci stiamo battendo per ottenere i tamponi gratuiti, perché nessuno deve restare a casa senza lavoro e senza stipendio“, ha aggiunto.

Salvini sul caso Morisi: “Qualcuno fa politica facendo il guardone”

Stamattina, Salvini è tornato a parlare dello scandalo che ha coinvolto Luca Morisi, il suo ex social media manager e spin doctor, durante un punto stampa. “Qualcuno fa politica facendo il guardone – ha dichiarato il leader della Lega -. Ho sentito dire che un leghista non può essere omosessuale, c’è tanta omofobia a sinistra. C’è bisogno di una riforma della giustizia, i processi non si fanno sui giornali”. Salvini ha poi ribadito la sua posizione sulle droghe: “Ribadisco che fanno male, anche se i miei colleghi parlamentari stanno insistendo con il referendum sulla cannabis legale“.


Tag: ImmigrazioneLegaMatteo Salvini