Governo, Mario Draghi scioglie la riserva: sarà premier. Ecco i ministri

Governo che conosce ora i nomi dei ministri, equamente suddivisi tra i partiti che hanno garantito la fiducia. Il giuramento è previsto per sabato alle 12

newsby Redazione12 Febbraio 2021


Venerdì 12 febbraio 2021, pochi minuti prima delle 20: sono il giorno e l’ora in cui Mario Draghi scioglie la riserva per dare vita al suo governo. Il futuro presidente del Consiglio ha anche comunicato l’elenco dei suoi ministri. Ognuno di loro giurerà alle ore 12 di domani, sabato 13.


L’arrivo al Quirinale del presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi, è avvenuto come previsto alle ore 19. Il suo incontro con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è durato circa 40 minuti. I Ministeri sono equamente suddivisi tra Partito Democratico, Lega e Forza Italia, che ne hanno tre a testa. Tra i partiti che hanno garantito la fiducia c’è anche il Movimento 5 Stelle, che ne ha quattro. Uno per Liberi e Uguali.

Inizia il governo di Mario Draghi: ecco tutti i ministri


Questo l’elenco completo dei ministri del nascente governo Draghi.

Federico D’Incà (Movimento 5 Stelle): ministro dei Rapporti con il Parlamento.

Vittorio Colao (tecnico): ministro dell’Innovazione tecnologica.

Renato Brunetta (Forza Italia): ministro della Pubblica amministrazione.

Maria Stella Gelmini (Forza Italia): ministro degli Affari regionali.

Mara Carfagna (Forza Italia): ministro del Sud.

Elena Bonetti (Italia Viva): ministro delle Pari opportunità.

Erika Stefani (Lega): ministro delle Disabilità.

Fabiana Dadone (Movimento 5 Stelle): ministro delle Politiche giovanili.

Massimo Garavaglia (Lega): ministro del Turismo.

Luigi Di Maio (Movimento 5 Stelle): ministro degli Esteri.

Luciana Lamorgese (tecnico): ministro dell’Interno.

Marta Cartabia (tecnico): ministro della Giustizia.

Daniele Franco (tecnico): ministro dell’Economia.

Lorenzo Guerini (Partito Democratico): ministro della Difesa.

Giancarlo Giorgetti (Lega): ministro dello Sviluppo economico.

Stefano Patuanelli (Movimento 5 Stelle): ministro dell’Agricoltura.

Roberto Cingolani (tecnico): ministro della Transizione ecologica.

Enrico Giovannini (tecnico): ministro delle Infrastrutture.

Andrea Orlando (Partito Democratico): ministro del Lavoro.

Patrizio Bianchi (tecnico): ministro dell’Istruzione.

Maria Cristina Messa (tecnico): ministro dell’Università.

Dario Franceschini (Partito Democratico): ministro della Cultura.

Roberto Speranza (Liberi e Uguali): ministro della Salute.

Roberto Garofoli (tecnico): Sottosegretario alla presidenza del Consiglio.


La giornata di Draghi


Mario Draghi era arrivato alle ore 17:30 circa nella sua abitazione romana, nel quartiere Parioli. Una sosta di circa un’ora prima di uscire nuovamente, questa volta per dirigersi verso il Quirinale dove ha poi incontrato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, davanti al quale ha sciolto la riserva e annunciare la sua squadra di governo.


Dopo essere uscito dal Quirinale, Draghi si è recato a Palazzo Giustiniani per incontrare la presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati.


In seguito al colloquio con la seconda carica dello Stato, è stata poi la volta del saluto a Montecitorio con il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico.


La lunga serata di Draghi si è poi conclusa una volta che si è diretto verso Palazzo Chigi per incontrare il presidente del Consiglio uscente, Giuseppe Conte.


Tag: GovernoMario DraghiQuirinale