Governo, Gianluigi Paragone attacca Salvini: “Dove sei? Ti sei svenduto”

"Per tenere insieme questo Governo ti sei lasciato andare. Ma per cosa?"

Governo, Gianluigi Paragone attacca Salvini: "Dove sei? Ti sei svenduto"
Newsby Redazione 13 Febbraio 2021

Matteo Salvini si dichiara soddisfatto della squadra di governo scelta da Mario Draghi. “Avevamo chiesto il ministero per le Disabilità ed è stato creato, avevamo chiesto un ministero ad hoc per il Turismo, il settore che ha sofferto di più, e c’è. Non vediamo l’ora di cominciare a lavorare“, ha dichiarato a Enrico Mentana. Di diverso avviso, però, Gianluigi Paragone, che attacca: “Per tenere insieme questo Governo ti sei lasciato andare. Ma per cosa? Per Giorgetti al Mise?“.

Paragone: “Giorgietti ti ha rifilato un pacco”

Nella clip, Gianluigi Paragone di Italexit definisce il governo una “fetecchia”. Non solo, Paragone fa notare a Salvini di aver preso “un pacco” da Giorgetti, “perché lui e Draghi, si sa, che sono parte della stessa cosa“.

Le accuse di tatticismo a Salvini

In molti, per la verità, avevano già criticato la linea intrapresa dal leader leghista nei giorni scorsi. Sui social, molti seguaci del partito erano rimasti spiazzati e confusi dal repentino cambio di rotta di Matteo Salvini. Molti elettori hanno infatti espresso il proprio malcontento sui social. Il leader del Carroccio però si concentra su altro. In particolare, sui “tre incarichi importanti” ottenuti dalla Lega (Dario Fraceschini alla Cultura, Andrea Orlando al Lavoro e Lorenzo Guerinialla Difesa).

Non teme Meloni come oppositrice

Se in questo governo non ci fosse la Lega, saremmo a guardare da fuori un governo di sinistra“, aveva chiarito l’ex vicepremier Matteo Salvini. “Il momento preciso in cui ho deciso di dire sì anche a un governo con il Pd? Una decina di giorni fa mi sono addormentato leggendo le email di imprenditori, genitori separati, sindaci. Tutti mi dicevano di andare, di starci. Quando mi sono svegliato, avevo deciso“.

Sulla possibilità che Giorgia Meloni con Fratelli d’Italia sfrutti il suo ruolo di unica oppositrice, Salvini afferma di rispettare la scelta, ma di non temerla.

Impostazioni privacy