De Luca: “Il Pd per 15 anni nelle mani di miserabili, anime morte”

Il governatore della Campania: "E la cosa che indigna ancora di più è che quelli che hanno governato questo partito per 15 anni continuano a dare le carte"

newsby Redazione19 Dicembre 2022



Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è tornato sulla vicenda Qatargate, che sta infiammando il dibattito politico in Italia e in Europa. “Dall’inchiesta a Bruxelles sulle tangenti emergono cose che indignano, vergognose. Ma al di là dell’indignazione per la corruzione, quello che mi colpisce di più rispetto al Pd è la verifica che il partito per 15 anni è stato nelle mani di un gruppo dirigente di miserabili, al di là di questa vicenda da sola, che è una vicenda singola su cui interverranno i giudici“, le sue parole.

Miserabili – ha aggiunto il governatore della Regione – sul piano politico, costituito al 99% di presuntuosi e all’1% di totali nullità politiche, salvo qualche rarissima eccezione. E la cosa che indigna ancora di più è che quelli che hanno governato questo partito per 15 anni continuano a dare le carte, a fare interviste e ad assumere incarichi, pur essendo totalmente al di fuori della società italiana, anime morte“.


Tag: Partito DemocraticoPdVincenzo De Luca