Crisi di Governo, Bonafede:
“Renzi ha tradito gli italiani”

"Ora spetta a noi lavorare per garantire stabilità al Paese"

newsby Redazione15 Gennaio 2021



Parlando dell’attuale crisi di Governo, Alfonso Bonafede, il ministro della Giustizia, si è scagliato duramente contro Matteo Renzi. “Renzi ha tradito gli italiani in un momento difficilissimo. Ora spetta a noi lavorare per garantire stabilità al Paese, insieme e compatti con il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Ieri in Consiglio dei Ministri abbiamo approvato una proposta di scostamento di 32 miliardi proprio per i cittadini maggiormente in difficoltà che non meritano di essere abbandonati“, ha concluso.

Crisi di Governo, Conzatti: “Non annoveratemi tra i responsabili”


Io sono responsabile verso Italia Viva e l’Italia. Con i colleghi siamo d’accordo per sederci a un tavolo per redigere un patto di legislatura. Ci sono stati degli errori ma ora è necessario rimettersi al tavolo. Le condizioni per farlo? Ci sono dei temi. Se non realizziamo le opere entro il 2026 dovremo restituire i soldi all’Europa. Poi la sanità, a prescindere da come si chiamino le risorse“. Così Donatella Conzatti, senatrice di Italia Viva, sull’attuale crisi di Governo. “Voto in senato? Ci asteniamo“, ha concluso.

Tajani: “Transfughi di Forza Italia? Non ci risultano”


Abbiamo parlato di cose concrete. Speriamo che la sinistra sciolga in fretta il nodo Governo. Siamo preoccupati per l’economia e la questione sanitaria. Abbiamo parlato anche del Recovery e del Dl Ristori. Gli italiani non sanno che cosa devono fare. I cittadini hanno bisogno di certezze. C’è molta confusione“. Così Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia, al termine del vertice del centrodestra. “Preoccupazione per i transfughi? Non ci risultano“, ha concluso.

Gualtieri: “Fiducioso che prevalga buon senso”


Ho sempre detto che la crisi di governo è sbagliata e incomprensibile e credo che anche i cittadini la pensino così. Sono fiducioso che lunedì prevarrà il buon senso e che potremo poi concentrarci per lavorare per contrastare la pandemia“. Lo ha detto il ministro dell’economia Roberto Gualtieri uscendo dalla sede del Pd dopo una riunione sul Recovery Plan.

Gualtieri: “In dl anche rimodulazione cartelle”


Il ministro dell’Economia è quindi intervenuto proprio sul Recovery Plan: “Le misure restrittive sono giustamente rigorose. Prima che l’impatto dei vaccini sia significativo occorre un po’ di tempo e serve mantenere misure rigorose di contenimento che hanno impatto su settori economici che bisogna sostenere. Nel decreto ci saranno anche delle risorse per i vaccini. Ci sarà poi una rimodulazione della riscossione così da evitare assembramenti negli uffici delle Entrate“, le sue parole.

Olando: “Soddisfatti, fatti passi avanti”


E del piano di recupero ha parlato anche il segretario del PD, Andrea Orlando. “Avevamo chiesto più visione e mi sembra che ci siano dei passi avanti. Siamo soddisfatti, perché mentre ci si perde in polemiche e chiacchiere sulla crisi, il lavoro sul recovery va avanti grazie all’apporto del Partito democratico. Facciamo questo lavoro anche per colmare quel vulnus alla credibilità del nostro Paese che purtroppo questa crisi di Governo ha prodotto“, le sue parole.


Tag: Alfonso BonafedeAntonio TajaniCrisiDonatella Conzatti