Conte contro Salvini e il taglio del Rdc per le bollette: “Senza logica”

Il presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, replica al leader leghista e interviene sul tema del suicidio assistito

newsby Redazione13 Dicembre 2021



“Salvini vuole togliere soldi dal Reddito di cittadinanza per redistribuirlo ad altre fasce? Non c’è logica né prospettiva. Le priorità del Movimento 5 Stelle sono quelle di estendere il Superbonus, saltare la soglia Isee troppo bassa dopo il 2023, la Tosap, ristoratori e bar hanno bisogno di continuare a svolgere le proprie attività”. Lo afferma il leader del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, a margine dell’incontro a Palazzo Chigi con il premier Mario Draghi.

“Continueremo a lavorare sul rincaro delle bollette e rivedere gli oneri generali di sistema affinché le bollette siano più trasparenti. Durante l’incontro a Chigi abbiamo parlato anche di scuola: c’è bisogno di più sostegno per le famiglie che hanno figli in Dad, smartworking più flessibile – continua l’ex premier -. Rivedere il patto di stabilità e crescita per la politica europea”.

Suicidio assistito, Conte: “Mi auguro discussione senza pregiudizi”


“Non ho ricevuto telefonate da Matteo Salvini, ma io stesso ho auspicato un confronto con i leader sull’elezione del Presidente della Repubblica – aggiunge –. Approviamo prima la legge di bilancio, su questo stiamo lavorando con le altre forze politiche. Sul suicidio assistito la nostra linea è quella che venga approvato un testo equilibrato che si basi sulle condizioni patologiche irreversibili”.

Proprio oggi alla Camera si apre la discussione generale sulla legge che vorrebbe introdurre il suicidio assistito. Finora non si prevedono accordi, nemmeno in maggioranza. “Lo Stato deve garantire cure palliative a tutti, ma in situazioni estreme come queste è giusto che valga l’autodeterminazione – conclude Conte -. Mi auguro che ci sia una discussione aperta senza pregiudizi di partito”.

“Quirinale? L’appartenenza politica è secondaria”


Conte è intervenuto sul Colle anche a margine della consegna del Collare cocorum da parte della Federazione italiana cuochi. “Dobbiamo confrontarci tra leader chiamati a questa grande responsabilità. Dobbiamo dialogare perché trasparenza e dialogo sono il modo migliore per giungere a individuare la personalità che renda tutti i cittadini orgogliosi di essere italiani. L’appartenenza politica è un fatto secondario, l’importante è che sia una persona di grande caratura anche morale”.

“La proroga dello stato d’emergenza è doverosa”


Infine, il leader dei 5 Stelle ha parlato dell’emergenza pandemica: Dobbiamo mantenere alta la guardia, i sacrifici fatti finora non vanno dispersi. Per questo ci sembra doveroso, stando alla curva epidemiologica attuale, la proroga dello stato di emergenza”.


Tag: Giuseppe Conte