Afghanistan, la linea di Palermo e Orlando: “Pronti ad accogliere”

Afghanistan che vede la popolazione in preda al terrore dopo l'ascesa dei talebani. Dal sindaco siciliano appello all'Onu e agli altri Paesi europei

newsby Redazione17 Agosto 2021



A Kabul hanno preso il potere i talebani, la popolazione dell’Afghanistan è in preda al terrore e il mondo sta cercando di capire in che modo aiutare i perseguitati del nuovo regime. Tra chi si è già fatto avanti spicca l’Italia, e in particolare la città di Palermo. Qui il sindaco Leoluca Orlando ha annunciato in un filmato via Twitter di essere pronto ad accogliere chi avesse la necessità di fuggire per la propria stessa incolumità.

Orlando: appello all’Onu e critica alla missione

Orlando, nel suo messaggio, lancia un appello in particolare alle Nazioni Unite: “Il consiglio di sicurezza Onu batta subito un colpo. La drammatica emergenza umanitaria in corso in Afghanistan impone interventi immediati per salvare migliaia di vite. E le città in tal senso sono pronte. Noi siamo pronti, come città europee, ad accogliere. Dimostrando la nostra cultura dell’accoglienza e il rispetto dei diritti“.

Non manca una critica all’intera operazione bellica che Stati Uniti e Nato hanno portato avanti in tutti questi anni. E le parole del sindaco di Palermo, in tal senso, contestano uno degli obiettivi che la missione si era prefissata. “Quello che sta accadendo in Afghanistan – afferma Orlando – è la conferma di come sia senza senso e produca morte e violenza l’idea di poter imporre i principi democratici rispetto ai diritti di uno Stato“.

Afghanistan: a Palermo porte aperte

In guerra l’avversario va combattuto e sconfitto. Ma pensare poi di imporre democrazia e rispetto dei diritti crea violenze. E fornisce alibi perché l’Afghanistan sostenga di essere in guerra contro il mondo“, è l’opinione di Orlando. Che poi suggerisce anche i passi che, a suo giudizio, dovrebbero ora compiere Europa e Italia: “Dobbiamo avere cura delle persone. Cura del rispetto delle vite umane“.

Per questo le Nazioni Unite battano finalmente un colpo e avviino un’azione diplomatica per evitare il danno e il massacro di una popolazione inerme“, è la conclusione del video che il sindaco di Palermo ha postato sul suo profilo Twitter. Tracciando una prima linea ufficiale per gli esuli e i perseguitati dell’Afghanistan. Per loro, nella città da lui amministrata, ci sarà sempre spazio.


Tag: AfghanistanLeoluca OrlandoOnuPalermo