Ucraina, Zelensky: “Risponderemo al terrorismo russo”

[scJWP IdVideo=”iKtTgu1E-Waf8YzTy”]

Nel consueto videomessaggio condiviso sui social, Volodymyr Zelensky, il presidente dell’Ucraina, ha parlato del 2023 e dell’evoluzione del conflitto con la Russia. “Ci stiamo preparando per i prossimi mesi e il prossimo anno in generale. I nostri compiti sono invariati: vogliamo liberare la nostra terra, mettere in sicurezza il popolo dell’Ucraina e restaurare il Paese dopo gli attacchi subiti. Questi sono gli elementi della vittoria ucraina, a cui ci stiamo avvicinando passo dopo passo. Abbiamo ascoltato oggi le relazioni dei comandanti alla riunione del personale. Vediamo le prospettive al fronte. Ci stiamo preparando per diverse varianti di azioni dello stato terrorista, ne vediamo le intenzioni. E noi risponderemo“.

Ucraina, Zelensky: “La Russia potrebbe intensificare gli attacchi a Natale”

Zelensky ha poi sottolineato che in occasione del Natale la Russia potrebbe intensificare gli attacchi contro l’Ucraina. “Ricordate chi combatte contro di noi. Con l’avvicinarsi della stagione festiva, i terroristi russi possono essere nuovamente attivi. Disprezzano i valori cristiani e i valori in generale. Per questo, per favore, fate attenzione agli allarmi aerei, aiutatevi e prendetevi cura gli uni degli altri“, ha sottolineato il presidente ucraino.

Mosca si concentra su Lyman, Bakhmut e Avdiivka

Lo stato maggiore ucraino ha dichiarato che Mosca “sta incrementando il trasferimento per via ferroviaria di personale, equipaggiamento militare e munizioni verso le aree di combattimento“. I russi, inoltre, stanno continuando a concentrare i loro sforzi per condurre offensive sui fronti di Lyman, Bakhmut e Avdiivka.

Nel frattempo, Ben Wallace, il ministro della Difesa britannico, ha affermato che la Gran Bretagna prevede di raddoppiare il numero di soldati ucraini addestrati nel 2023. “Le nostre forze armate stanno facendo tutto il possibile per sviluppare le capacità di combattimento degli uomini e delle donne ucraini. Abbiamo addestrato quasi 10.000 persone nel Regno Unito nel 2022. Assieme alle nostre forze armate e ai nostri alleati, intendiamo raddoppiare il numero nel 2023. Vorrei esprimere ufficialmente la mia gratitudine a Canada, Danimarca, Finlandia, Svezia, Norvegia, Nuova Zelanda, Lituania, Paesi Bassi e Australia per il loro aiuto nell’addestramento degli ucraini“.

Impostazioni privacy