Regina Elisabetta, Covid a 95 anni ma sta bene: i segreti della sua salute

Nemmeno il Covid spaventa la sovrana, che a 95 anni fa i conti con "lievi sintomi". Ma come fa? Risponde uno studio sulla vita della Regina Elisabetta

Un primo piano della Regina Elisabetta II
Foto Pixabay | WikiImages
newsby Marco Enzo Venturini20 Febbraio 2022


Apprensione nel Regno Unito per la Regina Elisabetta II, risultata positiva al Covid-19. Buckingham Palace, che ha diffuso la notizia, ha però anche voluto chiarire che la sovrana presenta “sintomi lievi simili ad un raffreddore“. Tanto che dovrebbe continuare ad assolvere ai suoi compiti anche nella prossima settimana. E, all’età di 95 anni, si torna inevitabilmente a riflettere sulla sua inossidabile tempra e sulla sua incredibile longevità. Che ha radici storiche, genetiche e scientifiche.

Non solo Regina Elisabetta: la longevità della Casa Reale

La Regina Elisabetta, non a caso, non è l’unica componente della Famiglia Reale ad aver raggiunto età invidiabili in condizioni di salute che rasentano l’eccellenza. Basti pensare che il marito, il Principe Filippo, si spense quando era vicino ai 100 anni di vita. La Regina Madre, invece, se ne andò quando aveva raggiunto le 101 candeline. E infatti uno studio della Bayes Business School, una delle migliori università inglesi, ha certificato che i Windsor vivono mediamente 26 anni in più dei loro sudditi.

A condurlo è stato il professor Les Mayhew, che ha osservato come la Regina Elisabetta abbia un’età minore solo di 100 mila tra i suoi sudditi (che sono in tutto 68 milioni e mezzo). Un fattore certamente genetico, come certificato dalla Regina Vittoria, morta 81enne nel 1901 quando l’età media dell’uomo era indubbiamente inferiore rispetto a oggi. Ma, inevitabilmente, i fattori sono anche altri.

Tutti i segreti di casa Windsor, dalle cure mediche alla dieta

Uno di essi è il più scontato da rilevare: il tenore di vita. I Windsor conducono un’esistenza molto più agiata del resto dei britannici, a partire dalle cure mediche a cui possono accedere. Non a caso, nello scorso mese di ottobre, era arrivata addirittura una nota ufficiale che suggeriva alla Regina Elisabetta due settimane di riposo. La sua salute, infatti, è tenuta costantemente sotto attentissima osservazione. Quasi un’applicazione alla lettera di quel “God save the Queen” che sul suolo britannico è più che un semplice inno.

Il tenore di vita, però, riguarda anche la semplice routine quotidiana. La Regina Elisabetta, come i suoi tanti eredi, vive a castello con decine di servitori e avendo da decenni come sole incombenze numerosissime cerimonie. Anche il livello di stress suo e dei parenti, in altre parole, è ridotto all’osso. Completa il quadro la strettissima dieta della sovrana, riassunta nel libro “Eating Royally” scritto da Darren McGrady, per 15 anni chef ufficiale di Buckingham Palace. Qualche segreto? Una colazione sana, basata su cereali e yogurt, un pranzo leggero a base di pesce (spesso aringhe) e una cena più abbondante ma sana. Senza dimenticare il frequente consumo di frutta fresca e il tradizionale tè inglese, rigorosamente senza zucchero. Quasi assenti, invece, pane e patate.


Tag: Regina ElisabettaRegno Unito