Pantene e Procter&Gamble lanciano la terza edizione della campagna “Hair Has No Gender”

A sostegno della comunità LGBTQ+ per creare, accrescere e stimolare uguaglianza e inclusione in ogni ambiente di lavoro

newsby Redazione10 Giugno 2022


Anche quest’anno Pantene e Procter&Gamble rinnovano il loro sostegno della comunità LGBTQ+
dando vita a un nuovo capitolo di Hair Has No Gender, la campagna lanciata a livello europeo
nel 2019 con l’obiettivo di raccontare il potere che hanno i capelli nel trasformare la nostra sfera
emotiva e sociale e nel mostrare al mondo la nostra vera identità, diffondendo una cultura di
inclusione e di uguaglianza.

Il brand di haircare, infatti, da sempre esplora il potere sociale, psicologico ed emotivo dei capelli
e il suo impatto sull’identità personale, l’autostima e la fiducia, per permettere ad ogni persona di
essere se stessa e liberare il potere positivo dei propri capelli ogni giorno.

Hair Has No Gender è un progetto che ogni anno si evolve abbracciando gli ambiti più importanti
e strettamente correlati in cui si esprime l’identità di ognuno.

Dalla sfera intima, alla famiglia e, nel 2022, al mondo del lavoro dove il rilevante stigma sociale
legato al diverso orientamento sessuale e all’identità di genere costringe ancora il 53% dei
lavoratori LGBTQ+, a nascondere la loro identità.

In aggiunta, la paura di essere discriminati vivendo una condizione enormemente stressante dal
punto di vista emotivo può riflettersi negativamente sulla qualità delle prestazioni lavorative.
L’obiettivo della campagna di quest’anno è quindi quello di porre l’attenzione sull’inclusione e
la valorizzazione delle diversità sul posto di lavoro, per consentire ad ogni individuo di potersi
esprimere liberamente per quello che è, nella sua unicità, liberando il proprio potenziale.

Quando diversi punti di vista si incontrano in una sala riunioni, gli studi dimostrano che
i membri del team generano soluzioni e decisioni migliori. Ma la diversità sulla carta significa
che venga realmente dato spazio a punti di vista diversi. Dando risonanza a quelle regole non
scritte inerenti al proprio aspetto sul posto di lavoro, Pantene rompe un’altra barriera della
reale diversità ed è geniale“, le parole di Fabrice Houdart, Direttore delle iniziative per l’uguaglianza globale di Out Leadership e tesoriere della Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia.

In Pantene comprendiamo il potere che i capelli hanno nell’esprimere l’identità di ognuno e
vogliamo continuare a lavorare per una società in cui le persone siano libere di mostrarsi per ciò che
sono senza la paura di essere giudicate. Nel terzo capitolo della campagna #HairHasNoGender di
Pantene vogliamo sottolineare l’importanza, per le realtà lavorative, di coltivare al loro interno una
cultura di accettazione e di valorizzazione che si traduca in concreto in azioni volte ad includere
e valorizzare ogni persona, qualsiasi sia il genere di appartenenza.

Ogni giorno in P&G ci impegniamo per dare pieno valore alla diversità attraverso l’inclusione,
anche e soprattutto tra i nostri dipendenti, promuovendo con azioni concrete un ambiente in cui
tutti possano esprimere liberamente la loro unicità, tutelando ogni genere di discriminazione.
Uno dei 12 talent della campagna internazionale di #HairHasNoGender è proprio un nostro
dipendente P&G: Silvano Caso, che grazie al suo coming out in azienda è stato un esempio per
molti altri dipendenti della comunità LGBTQ+.

Anche quest’anno Pantene rinnova il suo supporto all’Associazione Libelulla, finanziando 9 corsi
di avviamento professionale nel settore della bellezza a persone della comunità LGBTQ+. Un aiuto
concreto per facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro”, Valeria Consorte, Vice President Beauty Care Procter & Gamble Italia.

La campagna globale 2022

La nuova campagna Hair Has No Gender prevede il lancio europeo su YouTube di un video che avrà per protagoniste persone straordinariamente forti e combattive insieme alle
loro storie personali e professionali e al percorso che hanno intrapreso. 12 persone appartenenti
alla comunità LGBTQ+ che, nonostante provengano da diversi Paesi (come Regno Unito,
Canada, Spagna, Italia, Germania, Belgio, Svezia e Grecia) e da contesti lavorativi differenti
(tra gli altri assistente professore, avvocato, modella, pilota da corsa, stilista, falegname, impiegato
e artista), condividono storie molto simili.

In Italia, a raccontarsi saranno Cathy La Torre, Avvocata,
Erika Mattina, Modella & Influencer, Silvano Caso, Impiegato dello stabilimento di produzione
Procter&Gamble Italia. Un video molto emozionale e intenso che esplora il potere dei capelli
nell’espressione dell’identità e il valore del supporto, sia nel linguaggio che nell’approccio personale,
da parte di amici, colleghi e datori di lavoro. Per sentirsi “sicuri” nell’esprimersi liberamente senza
alcun timore nel proprio contesto lavorativo.

Un prezioso supporto alla campagna sarà stato dato da Drusilla Foer, un’artista dalle mille
sfaccettature, in grado di comunicare in modo semplice ed efficace l’importanza dell’unicità
di ognuno. E quanto questa debba essere amata e protetta. Dalle sue pagine social lancerà
messaggi di sensibilizzazione affinché ogni luogo di lavoro sia inclusivo e rispettoso delle identità
di ogni persona.

Insieme a Pantene, P&G e Associazione Libellula, Cathy e Silvano sono stati inoltre protagonisti,
nella giornata dell’8 giugno, di un evento per la presentazione ufficiale della campagna e
di un Educational Hub dedicato a tutti i dipendenti P&G.

La diversità e l’inclusione sono positive per
tutti. Al lavoro vengo giudicata solo perché
sono lesbica non binaria”, CATHY LA TORRE, Avvocata,
Loro, Italia, @avvocathy.

Per molto tempo non ho osato dire ai miei
colleghi che ero gay e che amavo vestirmi da
drag queen, acconciarmi i capelli e indossare
parrucche diverse per esprimermi. Quando io e
il mio compagno abbiamo deciso di sposarci ho
finalmente trovato il coraggio di presentarmi
al lavoro vestito da drag per raccontare la mia
storia. Sono rimasto positivamente sorpreso
dal sostegno dei miei colleghi. Da allora,
l’atmosfera è diventata più inclusiva nel mio
lavoro e più persone hanno avuto il coraggio di
fare coming out”, SILVANO CASO, Impiegato dello stabilimento
di produzione P&G, Lui, Italia.

Per me l’inclusione è una cosa fondamentale per
far sentire le persone a proprio agio e questo è il
mondo che voglio contribuire a creare”, ERIKA MATTINA, Modella e Influencer, Lei, Italia, @leperledegliomofobi.

L’intervento locale di Pantene e P&G a sostegno della comunità LGBTQ+

Dal lancio della prima edizione della campagna, a novembre 2019, Pantene e P&G hanno
sostenuto finanziariamente la comunità Transgender attraverso Associazione Libellula,
organizzazione che opera sul territorio nazionale con la finalità di aiutare e difendere le persone
LGBTQ+, assistendole sia nella valutazione dei presupposti per la transizione, che in tutte le
problematiche relative all’inserimento sociale e lavorativo.

L’Associazione Libellula – partner della campagna – ha ricevuto, in occasione della terza
edizione di Hair Has No Gender, un sostegno economico per finanziare 9 corsi di avviamento
professionale (che si aggiungono ai 15 erogati grazie alle precedenti edizioni dell’iniziativa)
nel settore della bellezza e della cura dei capelli dedicati a persone della comunità LGBTQ+,
come ad esempio hairstyling, estetica e nail technology.

Inoltre P&G ha finanziato l’apertura a Roma di una nuova sede dell’Associazione Libellula,
attraverso la quale viene offerto supporto ai membri della comunità LGBTQ+ con servizi di
accoglienza e primo ascolto, assistenza sui percorsi psico-medico-legali, informazioni mediche
sulle malattie a trasmissione sessuale, richieste di esami medici anonimi, orientamento nel
mondo del lavoro e supporto legale per coloro che subiscono discriminazioni e bullismo sul
posto di lavoro.

Lavorare è un diritto e garantirlo significa
creare un ambiente lavorativo in cui ogni
persona possa sentirsi accettata, rispettata
e apprezzata. È indispensabile tutelare ogni
singolo dipendente, soprattutto in un momento
delicato come quello della transizione,
adottando la carriera alias, coltivando una
cultura aziendale di Diversity & Inclusion
e dando a tutti la possibilità di essere e di
esprimere se stessi. Le borse di studio, sono
uno strumento concreto e prezioso. Così
come il sostegno a LIBER@DI FARE IMPRESA,
percorso in-formativo all’autoimprenditorialità
rivolto alle persone trans promosso da UNAR
Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali.
Per questo siamo entusiasti di partecipare
nuovamente a Hair Has No Gender e ringraziamo
di cuore Pantene e Procter & Gamble per il loro
impegno tangibile nel costruire un futuro più
inclusivo e libero per tutti”, SAMANTHA TRAPANOTTO, Vicepresidente
Associazione Libellula.

Il Dresscode Project: continua la partnership a livello Europeo per liberare il potere dei Capelli creando spazi di uguaglianza

Come parte dell’iniziativa, Pantene continuerà la sua collaborazione con DressCodeProject (DCP),
un’alleanza di saloni di hairstyle sicuri fondata da Kristin Rankin.
Con l’obiettivo finale di espandere la rete di saloni accreditati DCP a livello globale, Pantene sta
collaborando con Kristin per supportare e facilitare la formazione inclusiva per hairstylists e creare
spazi di consulenza. Per la terza edizione della campagna Pantene #HairHasNoGender, Kristin ha
creato materiali educativi a cui tutti possono accedere tramite il sito web di Capelli Pantene.

Come datore di lavoro, leader o manager è importante riconoscere che l’iniziativa sull’inclusività
sul posto di lavoro debba partire da te. Ma potresti non sapere sempre da dove cominciare.
È questo che mi ha portato a realizzare per Pantene alcuni materiali di formazione su come essere
un alleato LGBTQ+ sul posto di lavoro. L’accesso a queste informazioni che ora è disponibile a tutti”,
KRISTIN RANKIN, TheDressCodeProject.

Un nuovo capitolo di un percorso iniziato da tempo da Procter & Gamble e rafforzato da Pantene

La valorizzazione della Diversità, l’attenzione all’Inclusione e l’impegno nella Parità di Genere
sono da sempre nel DNA di Procter & Gamble, uno dei 12 membri fondatori della prima coalizione globale (Campagna per i diritti umani) impegnata a promuovere l’uguaglianza LGBTQ+ nei
luoghi di lavoro in tutto il mondo.

Nel 1992, P&G è stata tra le prime aziende al mondo a includere l’orientamento sessuale nella sua
dichiarazione sulla diversità. Oggi il suo gruppo di affinità per i dipendenti LGBTQ+ copre tutto il
mondo e rappresenta oltre 5.000 dipendenti in 39 paesi.

Valori imprescindibili condivisi e declinati da P&G attraverso l’impegno dei propri marchi come
Pantene, con lo sviluppo di progetti e campagne di comunicazione, come Hair Has No Gender,
ad esempio, allo scopo di superare i pregiudizi presenti nella nostra società, generare un impatto
positivo sulle persone e creare un mondo più giusto e inclusivo, nel quale ogni individuo possa
sentirsi valorizzato e vivere sapendo di poter realizzare ciò che desidera indipendentemente da
razza, orientamento sessuale, identità di genere o disabilità.


Tag: Pantene