Di storie a sorpresa, di ricette che sorprendono

Non sempre gli iscritti ai miei corsi per single sanno cosa li aspetta. Anzi, il più delle volte arrivano indossando ancora la maschera di facciata che si indossa a-e-per lavoro e così bussano

peperone ripieno
peperone ripieno
newsby Redazione12 Giugno 2020


Non sempre gli iscritti ai miei corsi per single sanno cosa li aspetta. Anzi, il più delle volte arrivano indossando ancora la maschera di facciata che si indossa a-e-per lavoro e così bussano.

Vengono però subito neutralizzati dal mio sorriso e dall’obbligo che impongo a tutti di non parlare di lavoro, cosa che all’inizio spiazza ma che, alla fine, è ciò che riesce a regalare la vera tranquillità.
Non è importante rivelare il mestiere o la professione che si fa, perché in fondo non si è quello che si fa ma quello che siamo fuori dal lavoro, ciò che eravamo prima che iniziassimo a lavorare, cosa che spesso tendiamo tutti a dimenticare, sottoscritta compresa.

Quindi, come dicevo, non si parla mai di lavoro. Tranne un paio di volte. Come mai? Perché casualmente, era capitato si fosse formato un gruppo di persone molto timide che riuscivano ad aprirsi solo parlando della loro professione. Tra questi, una persona raccontò di essere uno scrittore e riuscì a catalizzare l’attenzione su di lui, riportando il focus sulle passioni come la lettura, e facendo mettere da parte l’argomento lavoro.

Solo dopo molto tempo, per caso, scoprii che quella persona non era uno scrittore ma un imprenditore, che per una sera, aveva voluto vestire dei panni diversi, liberandosi delle sue maschere e immaginandosi ciò che avrebbe voluto essere.

Ancora una volta la cucina era riuscita nel mio intento: far vivere alla gente un momento di estraneità dalla quotidianità, concedendogli tempo e spazio da riempire con la libertà.
Quella scoperta fu per me una grande sorpresa.

Un po’ come la ricetta di questi deliziosi peperoni. Sempre monoporzione. Ma se ne fate un paio in più, male non vi fanno!

peperone ripieno

Peperoni a sorpresa

Preparazione 45 min
Cottura 1 h
Tempo totale 1 h 45 min
Portata Contorno
Cucina Italiana
Porzioni 1

Ingredienti
  

  • 2 peperoni piccoli e carnosi
  • 100 g di cous cous di mais
  • 2 tazze di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di colatura di alici
  • Una manciata di capperi
  • 4-5 pomodorini datterini
  • 100 g di buzzonaglia di tonno (o tonno in scatola)
  • Prezzemolo fresco
  • Olio extravergine di oliva
  • Pepe

Istruzioni
 

  • Lava i peperoni, incidi il picciolo e staccalo per bene in modo da poterlo rimettere come coperchio.
  • Svuota il peperone dei suoi semi e privalo delle coste bianche interne.
  • Fai bollire del brodo vegetale e con questo fai rinvenire il cous cous in una ciotola, sgranandolo spesso con una forchetta.
  • Quando il cous cous avrà assorbito tutto il brodo e si sarà cotto, aggiungi la colatura di alici, i pomodorini sminuzzati, i capperi, la buzzonaglia, il prezzemolo tritato, il pepe e un filo di olio.
  • Mescola tutto per bene e riempi i peperoni.
  • Disponili in una pirofila, cospargili con un altro filo di olio extravergine di oliva, inforna per circa 45 minuti a 180 °C e infine servi a temperatura ambiente.
Keyword peperoni, ripieni


Tag: Single Food