Quattordicesima mensilità: ecco perché l’importo sarà molto basso

Tutto quello che devi sapere sulla quattordicesima in busta paga per il 2024: importi, tassazione e regole per i lavoratori dipendenti.

L’erogazione della quattordicesima in busta paga si avvicina per i lavoratori dipendenti. Questa mensilità aggiuntiva ha spesso un importo inferiore rispetto allo stipendio mensile, ed è soggetta a una tassazione elevata. Non tutti i contratti di lavoro prevedono la quattordicesima mensilità, ma molti la includono come “premio feriale”.

Quattordicesima 2024: importo e tassazione
Quattordicesima in busta paga: perché l’importo è più basso dello stipendio e come viene tassata (newsby.it)

La quattordicesima è un compenso aggiuntivo rispetto alle dodici mensilità del periodo di paga e alla tredicesima. La sua entità è determinata dal contratto collettivo, che stabilisce anche le modalità di calcolo e pagamento. L’importo della quattordicesima è spesso inferiore a quello dello stipendio mensile a causa della tassazione Irpef e dell’assenza di detrazioni fiscali.

Questa mensilità aggiuntiva è soggetta a una tassazione pesante, senza le detrazioni per familiari a carico e per lavoro dipendente che si applicano normalmente sullo stipendio mensile. Questo comporta un’imposta lorda sull’intero importo spettante, rendendo la quattordicesima più bassa rispetto al netto dello stipendio mensile.

Come viene calcolata e tassata la quattordicesima nel 2024: regole, contributi ed esoneri

Il contratto collettivo di lavoro (CCNL) stabilisce l’entità della quattordicesima mensilità, parametrata alla retribuzione in base a una percentuale specifica che varia a seconda del settore e della categoria professionale. Questa mensilità aggiuntiva non include assegni familiari, maggiorazioni per straordinari o altre indennità, e viene calcolata esclusivamente sugli elementi retributivi obbligatori del mese di giugno.

Quattordicesima INPS 2024: calcolo e tassazione
Ecco come viene calcolata e tassata la quattordicesima nel 2024 (newsby.it)

La maturazione della quattordicesima copre un periodo che va dal 1° luglio dell’anno precedente al 30 giugno dell’anno corrente, quindi non coincide con l’anno solare. I lavoratori assunti durante questo periodo riceveranno una quattordicesima proporzionata ai mesi effettivamente lavorati.

Le somme ricevute a titolo di quattordicesima mensilità contribuiscono alla formazione del reddito imponibile contributivo, rendendole soggette al pagamento dei contributi previdenziali. Per l’anno 2024, è previsto un esonero parziale dei versamenti contributivi pari al 6% per i redditi fino a 35.000 euro e al 7% per i redditi fino a 25.000 euro. Tuttavia, è importante notare che questo esonero non si applica alla tredicesima e alle altre mensilità aggiuntive, ma esclusivamente alle 12 mensilità di retribuzione ordinaria.

La quattordicesima rappresenta un beneficio significativo per molti lavoratori, fornendo un’ulteriore fonte di reddito nel periodo estivo. Tuttavia, è soggetta a una tassazione elevata che ne riduce l’importo netto percepito. A differenza dello stipendio mensile, sulla quattordicesima non vengono applicate detrazioni per familiari a carico o per lavoro dipendente.

Questo significa che l’imposta lorda viene applicata sull’intero importo della quattordicesima senza alcuno sconto, rendendo l’importo netto inferiore rispetto a quello di uno stipendio mensile normale.  Per capire meglio come viene calcolata e tassata la quattordicesima, è utile conoscere le regole specifiche del proprio contratto collettivo e le norme fiscali applicabili.

Impostazioni privacy