Maltempo: danni da alluvione 2023, stanziati 50 mln, accordo regionale, i comuni beneficiari

Accordo per il programma Mimit-Toscana per i danni derivati dall’alluvione del 2023; stanziati 50 mln, tutti i comuni beneficiari dell’intervento.

In risposta agli eventi alluvionali che hanno colpito duramente la Toscana nell’autunno del 2023, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (Mimit), guidato dal ministro Adolfo Urso, ha annunciato un importante accordo di programma con la Regione Toscana. Questa iniziativa prevede lo stanziamento di 50 milioni di euro destinati alla riqualificazione produttiva dei territori maggiormente colpiti dall’alluvione.

danni alluvione toscana
L’alluvione della Toscana nel 2023 (Foto Ansa) newsby.it

L’accordo si inserisce nel quadro della legge del 2 febbraio 2024 e mira a sostenere le attività di riconversione e riqualificazione produttiva nelle province di Firenze, Livorno, Pisa, Pistoia, Prato, Massa-Carrara e Lucca. Queste aree hanno subito danni significativi a causa degli eventi meteorologici e calamitosi di forte intensità dell’ottobre e novembre 2023, per i quali era stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale – era il 3 novembre e il Presidente della Regione fu nominato Commissario per l’emergenza. L’obiettivo dell’intervento attuale è quello di salvaguardare i livelli occupazionali e recuperare la capacità produttiva dei territori coinvolti dall’alluvione dello scorso anno.

I Comuni beneficiari dell’intervento

Per garantire l’efficacia degli interventi previsti dall’accordo, è stato istituito un comitato tecnico composto da tre membri: due rappresentanti del Mimit e uno della Regione Toscana. Questo organismo avrà il compito di monitorare l’avanzamento dei lavori con il supporto operativo di Invitalia. Invitalia agirà come soggetto gestore della misura prevista dalla legge n.181/1989, che regola gli aiuti alle aree industrialmente depresse.

beneficiari ristori danni alluvione toscana
Soccorsi a Campi Bisenzio (Foto Ansa) newsby.it

L’intervento riguarderà numerosi Comuni nelle province interessate dall’alluvione. Tra questi figurano Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo e Calenzano in provincia di Firenze; Collesalvetti e Livorno in provincia omonima; evidenziando così l’estensione geografica dell’impegno assunto dal governo centrale e dalle autorità regionali toscane nel mitigare le conseguenze economiche dell’alluvione su una vasta area.

Quest’accordo rappresenta un passaggio fondamentale verso la ripresa economica delle zone colpite dagli eventuali alluvionali dello scorso anno. Attraverso questo sostegno finanziario si punta non solo a rilanciare l’attività produttiva ma anche a promuovere una riqualificazione che tenga conto delle esigenze ambientali ed economiche future dei territorii coinvoltii.

La collaborazione tra il Ministero delle Imprese e del Made in Italy e la Regione Toscana segna quindi un momento cruciale nella gestione post-emergenza delle aree affette da calamità naturalii. Con uno sguardo attento alla salvaguardia occupazionale ed al recupero produttivo si apre una nuova fase nella storia economica toscana post-alluvionale.

Impostazioni privacy