Energia, Pichetto Fratin: “In Cdm price cap rinnovabili a 180 euro per MW”

"Il nostro è un programma di cinque anni, non di un mese o di questa Manovra. In questo momento dobbiamo iniziare a fare i primi passi"

newsby Alessandro Boldrini21 Novembre 2022



Nella giornata di oggi io presenterò al Consiglio dei ministri una proposta per una forma di price cap nazionale che riguarda il sistema delle rinnovabili“. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, a margine del convegno ‘Direzione Nord’ in corso a Milano. La proposta riguarda “un tetto al prezzo dell’energia da fonti che non hanno un onere eccessivo di costo alla produzione. Un tetto in questo caso molto alto, di 180 euro al megawatt, che determina un prelievo rispetto all’impresa qualora si superi questo importo”, ha aggiunto.

Manovra, Pichetto Fratin: “Nostro è programma di 5 anni, non di un mese”


“Arriviamo con l’impegno comune di spendere bene le poche disponibilità che abbiamo e fronteggiare le emergenze. Il nostro è un programma di cinque anni, non di un mese o di questa Manovra. In questo momento dobbiamo iniziare a fare i primi passi”, ha dichiarato Fratin. Ha poi aggiunto che i temi  centrali della Manovra finanziaria saranno “la questione energia sul fronte delle bollette, con la prima preoccupazione che è l’effetto sulle famiglie e sulle imprese, e naturalmente la questione gas, che significa non solo reperirlo, ma anche fornirlo al sistema a un prezzo che sia minimamente calmierato”, ha aggiunto.


Tag: Gilberto Pichetto FratinGoverno Meloni