Super Green pass, cosa cambia dal 10 gennaio: stretta sui non vaccinati

Con l'entrata in vigore delle nuove norme sul Super Green pass è sempre più difficile, per i non vaccinati, partecipare alla vita sociale

newsby Francesco Lucivero10 Gennaio 2022



Entrano in vigore da oggi, lunedì 10 gennaio 2022, le ulteriori disposizioni del governo in materia di estensione del cosiddetto Super Green pass, quello riservato esclusivamente a chi ha effettuato il vaccino anti-Covid o a chi, pur senza vaccino, ha registrato alle autorità sanitarie la guarigione dalla malattia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da newsby.it (@newsby.it)

Super Green pass, si stringe ulteriormente il cerchio attorno ai non vaccinati

Si tratta, di fatto, di una vera e propria stretta sui non vaccinati. Questi ultimi, a seguito di un tampone negativo, possono ottenere solo il Green pass base, che pur restando indispensabile per recarsi sul luogo di lavoro diventa sempre meno utile per partecipare alla vita sociale. Le nuove regole resteranno in vigore almeno fino al 31 marzo 2022, data in cui avrà termine lo stato di emergenza disposto a fine dicembre. Salvo, naturalmente, ulteriori provvedimenti, non da escludere visto l’andamento della curva pandemica.

Il Super Green pass sarà indispensabile, da oggi, per soggiornare in alberghi e altre strutture ricettive; per partecipare a feste successive a cerimonie civili o religiose; in occasione di fiere o sagre, anche all’aperto; per entrare nei centri congressi; per usufruire dei servizi di ristorazione, non solo al chiuso ma anche all’aperto; sugli impianti di risalita (con finalità turistico-commerciale) all’interno di un comprensorio sciistico; per andare in piscina o praticare sport di squadra, per partecipare alle attività di centri culturali, sociali e ricreativi anche all’aria aperta.

Obbligo anche sui mezzi di trasporto pubblico, ma c’è un’eccezione

Il Green pass rafforzato, inoltre, è indispensabile da oggi per accedere a tutti i mezzi di trasporto pubblico, indipendentemente dalla portata geografica. Il Ministero della Salute e quello dei Trasporti hanno disposto un’eccezione riguardante gli spostamenti da e per le isole minori “per i soli motivi di salute e di studio”. Fino al 10 febbraio, in questo caso, si potrà utilizzare il Green pass base.

Da oggi, inoltre, cambia anche la tempistica riguardante le terze dosi. La distanza temporale minima fra seconda e terza dose passa da cinque a quattro mesi. Sempre da oggi, potranno effettuare la terza dose anche ragazze e ragazzi fra i 12 e i 15 anni d’età.


Tag: 10 gennaioGreen pass baseSuper Green Pass