Tunisi, Meloni: “Ho confermato al presidente Saied il sostegno dell’Italia a 360 gradi”

"C’è anche l’ipotesi di una Conferenza internazionale a Roma sul tema della migrazione e dello sviluppo", ha dichiarato Meloni

Immagine | Foto Newsby - Newsby.it
Newsby Lavinia Nocelli 6 Giugno 2023

Con l’obiettivo di ‘aiutare il Paese’ e ‘frenare l’ondata migratoria’, il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, è arrivato a Tunisi per incontrare il presidente Kais Saied, in un momento storico che vede il Paese stagnato in una situazione economica, e sociale, molto complicata. Al suo arrivo, Meloni è stata accolta da Najla Bouden, la premier, prima di recarsi da Saied. “In questo periodo di difficoltà del quadro internazionale e anche per la Tunisia, per tutta la regione, ho voluto confermare al presidente Saied il sostegno dell’Italia a 360 gradi, il sostegno al bilancio tunisino, l’apertura di linee di credito a favore soprattutto dello sviluppo, partendo dalla piccole e medie imprese fino ai temi legati al settore agroalimentare“, ha detto il presidente del Consiglio italiano al termine dell’incontro con il capo dello Stato tunisino. 

Le dichiarazioni di Meloni

Meloni ha poi continuato affermando che quanto fatto, è un ulteriore impegno che va ad aggiungersi “ai numerosi progetti di cooperazione italiana nel Paese, che ammontano a circa 700 milioni di euro nel loro complesso”. Inoltre, la presidente del Consiglio si è poi detta disponibile a tornare in Tunisia con Ursula von der Leyen, la presidente della Commissione Ue. 

Foto delle bandiere dell'Italia e della Tunisia
Immagine | Foto Newsby – Newsby.it

Si è poi parlato anche di un Conferenza internazionale a Roma. Come dichiarato dalla Meloni, ”c’è anche l’ipotesi, che abbiamo discusso con il presidente Saied, di una Conferenza internazionale a Roma sul tema della migrazione e dello sviluppo, per cercare di mettere assieme tutte le necessità legate a un fenomeno che è sicuramente molto imponente e che va affrontato a 360 gradi”. Il presidente del Consiglio ha poi assicurato di voler far il possibile – “del nostro meglio” – per organizzare un evento del genere. Nello specifico, “immaginare un evento di questo tipo nel minor tempo possibile, per rinnovare l’impegno comune ad affrontare i fattori politici, ma anche socioeconomici e climatici che determinano la migrazione, per promuovere percorsi di mobilità che siano legali e contrastare in modo efficace la tratta di essere umani”.

Sul Fondo Monetario Internazionale

In conclusione, Meloni ha parlato degli sforzi che l’Italia sta compiendo per arrivare ad un accordo tra la Tunisia e il Fondo Monetario Internazionale. “Nel pieno rispetto della sovranità tunisina, ho raccontato al presidente Saied degli sforzi che un Paese amico come l’Italia sta facendo per cercare di arrivare a una positiva conclusione dell’accordo fra la Tunisia e il Fondo Monetario Internazionale, che resta fondamentale per n rafforzamento e una piena ripresa del Paese”.

Impostazioni privacy