Lockdown a Milano e Torino:
come si sono risvegliate le città

[scJWP IdVideo=”k0rmS6ia-Waf8YzTy”]

Primo giorno di lockdown in Lombardia, inserita dal Governo nella zona rossa. I luoghi simbolo, dal Duomo di Milano, passando per la galleria Vittorio Emanuele II a piazza della Scala sono deserte e presidiate da Carabinieri, Polizia e Polizia Municipale.

[scJWP IdVideo=”1MhezA2F-Waf8YzTy”]

L’ultimo dpcm di Giuseppe Conte è entrato in vigore a mezzanotte e prevede che anche tutto il Piemonte sia zona rossa. Ma questa mattina a Torino, per le vie del centro, l’impressione era che si trattasse di un lockdown più ‘soft’ rispetto a quello scattato a marzo.

[scJWP IdVideo=”MIOpQoY6-Waf8YzTy”]

I torinesi si sono rassegnati e hanno approfittato dell’ultimo giorno di ‘libertà’ per stare insieme e girare i negozi del centro. “Mi mancherà, ma è giusto il lockdown per quello che sta succedendo”. “Oggi sono di riposo, per svagarmi un po’ visto che lavoro in ospedale avevo bisogno di venire”, così invece una dottoressa. “Il lockdown? Era sbagliato far andare le persone in vacanza prima. I bonus vacanza? Ma dateli ai bisognosi, le vacanze non sono obbligatorie”.

Lockdown, capienza trasporto pubblico al 50% a Milano: “A bordo quasi nessuno”

[scJWP IdVideo=”9N1jKsY5-Waf8YzTy”]

A Milano, poi, nel primo giorno di nuovo lockdown non c’è l’affollamento dei mesi scorsi, niente code ai tornelli della metro o per salire su autobus e tram. Mezzi pubblici che da oggi viaggiano con una capacità di trasporto che si è ridotta, per il decreto del governo, dall’80% al 50%. All’ingresso della stazione Cadorna la polizia controlla chi deve partire e fa compilare l’autocertificazione. “Mezzi vuoti e quasi nessuno a bordo”, “molta meno gente rispetto a ieri e ai giorni scorsi”, hanno raccontato alcuni pendolari arrivati a Milano.

Dcpm, Roma: “Sul trasporto pubblico non è cambiato nulla”

[scJWP IdVideo=”8oa5tm5R-Waf8YzTy”]

L’ultimo dpcm prevede la diminuzione della capienza del trasporto pubblico per tutto il territorio nazionale. La capienza è ridotta dall’80% al 50%. Non è cambiato nulla rispetto agli scorsi giorni. Tutto ciò è pericoloso”, ha dichiarato un pendolare.

Impostazioni privacy