Incendi, l’Italia è il Paese più colpito: il piano sicurezza e i ristori

Il Sud Italia continua a bruciare. Il Governo si appresta a varare un pacchetto di interventi per le attività agricole e zootecniche colpite dagli incendi. Arrestati due pastori nel ragusano: progettavano un maxi incendio nella giornata di Ferragosto

newsby Redazione14 Agosto 2021


Gli incendi continuano a devastare diversi territori del Sud Italia, Calabria, Sicilia e Sardegna in particolare. Stefano Patuanelli, ministro delle politiche agricole, ha fatto sapere attraverso il suo profilo Facebook che sta avvenendo il confronto con il Premier Draghi per prevedere un “pacchetto di interventi” destinati alle imprese delle zone colpite dalle fiamme.

Sugli incendi che hanno colpito le regioni del Sud Italia, assieme al Presidente Mario Draghi ci siamo confrontati per prevedere, nel pacchetto d’interventi che il Governo si appresta a varare, misure idonee, con ristori, a consentire alle imprese agricole e zootecniche di proseguire la loro attività” ha scritto il ministro. E ha spiegato che queste misure serviranno anche a “scongiurare il rischio di abbandono delle zone colpite“. Infatti, lasciare queste aree potrebbe aggravare ulteriormente la già “delicata situazione dei territori“.

In Italia persi 120.166 ettari a causa degli incendi

L’Italia è il Paese europeo più colpito dagli incendi. Dall’inizio dell’anno ad oggi, secondo i dati dell’Effis, l’European Forest Fire Information System, sono andati persi 120.166 ettari. Un’area grande quasi quanto la città di Roma. Il nostro Paese ha così superato il primato della Grecia, dove ad essere andati perduti a causa delle fiamme sono 116.365 ettari.

Roghi nel Siracusano: arrestati due pastori


I carabinieri della compagnia di Noto hanno arrestato due allevatori a Buccheri, in provincia di Siracusa. L’accusa è di incendio boschivo. I due, padre e figlio di 60 e 27 anni, sono ritenuti responsabili di alcuni dei roghi che hanno devastato le campagne del territorio nel luglio scorso.

Secondo quanto ricostruito nel corso dell’indagine dell’arma dei carabinieri, i due allevatori in almeno due occasioni avrebbero appiccato incendi con l’obiettivo di ampliare le terre di pascolo per il proprio bestiame. Ma non solo. Perché il motivo sarebbe anche quello di risparmiare sulle spese per l’acquisto del foraggio.

L’azione dei due, originari della provincia di Catanaia, ma titolari di un’azienda con sede a Buccheri, è stata ricostruita grazie a pedinamenti e intercettazioni. I due, inoltre, secondo le intercettazioni, avevano in programma di appiccare un grosso incendio proprio nella giornata di Ferragosto.

Coldiretti, oltre 10mila euro a ettaro il costo per la collettività dell’emergenza incendi

Dallo scorso 2 agosto ad oggi sono quasi 600 gli incendi che hanno devastato il territorio del Sud Italia. “Vedere direttamente la devastazione provocata dagli incendi fa comprendere l’immensa portata dei danni alla vita dei Comuni colpiti e al loro territorio“. A dirlo è Sergio Mattarella. Il presidente della Repubblica nella giornata di ieri, 13 agosto, a bordo di un elicottero ha sorvolato le zone dell’Oristanese colpite dagli incendi. “Chi se ne è reso colpevole ha sulla coscienza una gravissima responsabilità“. Coldiretti ha stimato che gli incendi hanno provato danni per oltre 10mila euro ad ettaro. A causa dei roghi non sono solo andati persi chilometri di macchia mediterranea. Il bilancio infatti comprende anche animali morti, oliveti e pascoli distrutti.


Tag: Incendi