Covid, cosa (non) si potrà fare a Capodanno

Il secondo Capodanno ai tempi del Coronavirus in Italia. Stop a feste in piazza, eventi e discoteche: tutte le regole

Covid, cosa (non) si potrà fare a Capodanno
(Pixabay)
newsby Alessandro Boldrini26 Dicembre 2021


Smaltito il pranzo di Natale, gli italiani puntano già alla prossima tappa del serrato “tour” di festeggiamenti. Stiamo parlando del cenone di Capodanno, il secondo celebrato in piena pandemia. A differenza del 2020, però, quest’anno ci si potrà permettere qualche libertà in più.

Almeno per ora, comunque, non sarà possibile alcun ritorno alla tanto attesa normalità, come stabilisce il decreto Festività varato dal Governo per arginare l’aumento dei contagi. Le norme sanitarie vietano infatti feste in piazza, eventi e balli in discoteca per salutare l’arrivo del 2022.

Capodanno 2022 al ristorante

Chi ha deciso di brindare al ristorante potrà farlo senza problemi, sebbene molti esercenti nelle ultime denuncino diverse disdette. Per farlo sarà però necessario il Super green pass, vale a dire la certificazione verde rafforzata rilasciata solo a chi si è vaccinato contro il Covid o è guarito dal virus.

Nessun limite alle feste in casa

Nessun problema anche per chi invece sceglie di festeggiare a casa. A differenza dello scorso anno, quest’anno non sono previste limitazioni nel numero di persone che possono partecipare a una festa privata. Prima di riunirsi con parenti e amici è comunque consigliato effettuare un tampone, soprattutto se si è in attesa della terza dose del vaccino. Qui vi spieghiamo perché.

Spostamenti e viaggi all’estero

Per Capodanno il Governo non ha introdotto nemmeno coprifuoco o limiti agli spostamenti. Ci si potrà dunque spostare liberamente all’interno del proprio comune, ma anche tra comuni e regioni in zona bianca o gialla. Via libera anche ai viaggi all’estero. Occhio alla meta, però: al ritorno in Italia, infatti, sono previste regole diverse su tamponi e quarantene che vi riassumiamo in questo articolo.

Eventi in piazza e al coperto

Per il secondo anno consecutivo, sarà un Capodanno senza spettacoli, concerti e feste in piazza. Vale a dire tutti quelli eventi che possono generare assembramenti all’aperto. Le amministrazioni pubbliche in queste ore stanno infatti annullando tutte le iniziative già programmate. Non ci sono limitazioni, salvo il rispetto delle norme previste, per gli eventi al chiuso.

Capodanno, stop alle discoteche

Infine, non si potrà nemmeno andare a ballare nelle discoteche, che rimarranno chiuse fino al 31 gennaio. Dal 1° febbraio e fino alla scadenza dello stato d’emergenza, invece, si potrà accedere ai locali e alle sale da ballo solo con green pass rafforzato.


Tag: CapodannoCovid-19