Cinque consigli per scrivere un CV e trovare il lavoro dei tuoi sogni

Ecco alcuni suggerimenti per partire al meglio nella scrittura del CV, e aumentare le possibilità di trovare il lavoro dei propri sogni

Come scrivere un CV
Foto Pixabay | Aymanejed
newsby Redazione13 Aprile 2022


Quando si tratta di trovare un nuovo lavoro, il potenziale candidato inizia ad immaginarsi la propria vita perfetta: tra le prerogative rientra sempre e comunque il reperimento del lavoro dei propri sogni. Certo, spesso ci si deve adattare e lavorare in ambiti verso cui non si prova troppo interesse, ma sognare non è vietato e non è impossibile trovare il lavoro perfetto per sé.

Per trovare il lavoro dei propri sogni, in ogni caso, bisogna scrivere un curriculum vitae e non è sufficiente recarsi su un qualsiasi sito Web e premere il pulsante crea curriculum per generare il documento in maniera automatica. Bisogna svolgere un lavoro certosino di ricerca delle proprie esperienze, attività formative, propensioni e passioni e scriverlo di conseguenza.

Qui di seguito vi diamo cinque suggerimenti per partire al meglio nella scrittura del CV, e aumentare le possibilità di trovare il lavoro dei propri sogni.

Scegli il layout che fa al caso tuo

Il punto di partenza è sempre la scelta del layout che fa al caso proprio. Il layout rappresenta lo stile generale del CV, un qualcosa di fondamentale, perché darà senz’altro la primissima impressione al datore di lavoro.

Esistono centinaia di migliaia di possibilità di layout quando si scrive un curriculum, ma ciò che devi sapere riguarda il come va scelto. Sì, perché non puoi scegliere un layout creativo se ti stai candidando per lavorare in uno studio di avvocati; così come, al contempo, potrebbe essere preferibile scegliere un layout creativo, con qualche colore e sagoma particolare, se vuoi lavorare per uno studio grafico o come fotografo.

Dovrai quindi scegliere il layout sia in base al lavoro per cui ti stai proponendo, sia in base alla tua personalità ovviamente. Il nostro suggerimento in ogni caso è di non esagerare, perché il CV dovrà essere pur sempre equilibrato, leggibile e non confusionario.

Inserisci i tuoi dati di contatto in alto a destra

I dati di contatto fanno parte di ogni CV completo di tutto. Un datore di lavoro d’altronde deve avere subito ben chiaro il modo in cui può contattare il candidato: numero di telefono, e-mail, profili social… L’aspetto fondamentale è il seguente: potresti valutare di inserire questi dati in alto a destra, nella prima pagina del CV, a fianco dell’eventuale fotografia che deciderai di inserire.

In questo modo il recruiter ha tutto sott’occhio da subito e, volendo, può contattarti in modo semplice e rapido.

Descrivi le esperienze di lavoro e studio in ordine cronologico inverso

Tutti sanno che la scrittura di un CV richiede l’inserimento di esperienze lavorative e di studio. Ebbene, è consigliato inserire queste esperienze in ordine cronologico inverso, ovverosia partendo dalla più recente e andando indietro nel tempo.

Questo perché le esperienze più recenti sono anche le più rilevanti: si è più “freschi” nel rispettivo ambito, si hanno conoscenze assimilate da più di recente e si è più ferrati in generale nell’argomento.

Includi una sezione per passioni e hobby, ma senza esagerare

Spesso potrebbe essere molto interessante inserire una sezione dedicata alle passioni e agli hobby. In questo modo, il recruiter ha un’occasione di interfacciarsi col candidato e di conoscerlo un po’ meglio; inoltre, spesso hobby e passioni coincidono con l’ambito lavorativo e possono tornare molto utili proprio in fase di lavoro.

Valuta quindi di inserire una piccola sezione dedicata a queste cose, ma senza esagerare: il resto del CV dovrà comunque riguardare per lo più esperienze lavorative e di formazione.

Ricontrolla il CV dal punto di vista grammaticale

Che tu sia all’inizio della scrittura o a CV già concluso, rileggi più e più volte tutto il documento alla ricerca di errori grammaticali o di imperfezioni di sintassi della frase. Il curriculum dovrà essere impeccabile sotto questo punto di vista: è uno dei dettagli che i datori di lavoro più spesso valutano in fase di chiamata a colloquio.


Tag: Curriculum vitae