Toby Fox, la storia del giovane creatore di Undertale e Deltarune

Contando quasi solo sulle proprie capacità, il game designer ha dato vita a uno dei giochi di ruolo indie più amati di sempre. Nel corso degli anni la sua abilità è stata notata anche da Nintendo, che gli ha permesso di collaborare ad alcuni dei suoi titoli di punta

Toby Fox, la storia del giovane creatore di Undertale e Deltarune
newsby Alessandro Bolzani16 Settembre 2021


L’annuncio del secondo capitolo di Deltarune, arrivato dopo quasi due anni di attesa, ha colto di sorpresa l’intera community dei videogiocatori. Da domani, venerdì 17 settembre, gli appassionati potranno tornare a vestire i panni di Kris, e scoprire cos’ha ancora da offrire il seguito spirituale dell’amatissimo Undertale. Dietro al progetto c’è sempre il giovane Toby Fox (classe 1991), che negli ultimi anni ha goduto di una popolarità sempre maggiore, arrivando persino a collaborare con Nintendo. Ma com’è iniziato il suo percorso nel mondo dello sviluppo dei videogiochi? E cos’ha contribuito al successo di Undertale? Andiamo a scoprirlo.

L’hack rom di Earthbound

Il primo approccio di Toby Fox con il mondo della creazione di videogiochi è avvenuto quando frequentava le scuole superiori, tramite il software RPG Maker 2000. Si tratta di un programma che permette a chiunque di realizzare delle avventure in stile gioco di ruolo old school (come i primi Final Fantasy o Dragon Quest, per intenderci). Toby Fox e i suoi fratelli lo utilizzarono per dare vita a una hack rom (si tratta, in buona sostanza, di una versione modificata di un gioco esistente) di Earthbound.

Vale la pena spendere due parole su quest’ultimo gioco, perché ha avuto un impatto non indifferente su Undertale e Deltarune. Pubblicato negli Stati Uniti nel 1994, Earthbound è un gioco di ruolo molto particolare, che unisce un’ambientazione moderna (dunque molto lontana da quella dei classici gdr degli anni ’90) a una scrittura dei dialoghi sopraffina, resa possibile dall’esperienza di Shigesato Itoi, il suo creatore, come copywriter. Tantissimi elementi presenti in Earthbound, dall’umorismo alla follia di alcuni boss, sono riscontrabili anche nelle creazioni di Toby Fox.

Tornando alla hack rom, Toby Fox e i suoi fratelli la chiamarono Earthbound: The Halloween Hack. Proponeva un’avventura cronologicamente successiva a quella di Ness e dei suoi compagni di viaggio e presentava anche alcune tracce composte direttamente dallo sviluppatore statunitense (tra cui l’ormai famosissima Megalovania). Ottenne un buon riscontro all’interno della community di Earthbound. Le capacità di Toby Fox come compositore l’hanno portato anche a realizzare varie tracce per il webcomic Homestuck.

Il più grande successo di Toby Fox: Undertale

L’esperienza con rpg maker e la capacità di creare da solo dei brani musicali hanno permesso a Toby Fox di realizzare Undertale quasi del tutto da solo. Gli unici aspetti che hanno richiesto un intervento esterno sono stati alcuni contenuti grafici e i design di certi personaggi. Descrivere in poche righe Undertale non è semplice e neppure spiegare l’origine del suo successo lo è. È però doverose dire che il gioco si è distinto per alcuni aspetti originali, come la possibilità di finirlo senza uccidere neppure un nemico o di ottenere finali diversi in base alle proprie scelte. Il gioco, infatti, si diverte molto a rompere la quarta parete (soprattutto tramite alcuni dei suoi personaggi) e a rinfacciare al giocare eventuali scelte moralmente discutibili.

Queste caratteristiche, unite a dei personaggi memorabili e a una colonna sonora deliziosa, hanno reso Undertale uno dei giochi ruoli indie più popolari di sempre. Basta fare una breve ricerca su Internet per trovare centinaia di fanart, animazioni, fanfiction e tributi musicali all’opera più famosa di Toby Fox.

Gli ultimi anni: da Deltarune alla collaborazione con Nintendo

Dopo il successo di Undertale, Toby Fox non si è adagiato sugli allori. Tre anni dopo la pubblicazione del gioco, il game designer ha reso disponibile gratuitamente il primo capitolo di Deltarune, una sorta di seguito spirituale di Undertale ambientato in un mondo parallelo. Nella nuova avventura sono presenti un po’ tutti i personaggi che i fan hanno imparato ad amare, ma impegnati in ruoli diversi e, apparentemente, meno legati alla trama principale. Anche il gameplay è un po’ diverso ed è incentrato sull’utilizzo di tre personaggi diversi, ognuno dotato di abilità uniche (in Undertale si controllava sempre e solo Frisk).

Dopo il primo capitolo di Deltarune, che ha ottenuto un buon successo, Toby Fox si è reso conto di avere tra le mani un progetto troppo grande per poterlo affrontare da solo ed è per questo che ha iniziato a cercare dei collaboratori. Nel frattempo ha anche avviato una stretta collaborazione con Nintendo, che gli ha permesso di creare una delle tracce della colonna sonora di Pokémon Spada e Scudo. Inoltre, ha realizzato una nuova versione di Megalovania per Super Smash Bros. Ultimate, gioco nel quale è anche possibile sbloccare il costume di Sans (uno dei personaggi chiave di Undertale).


Tag: Toby FoxVideogiochi