Netflix, c’è lo stop definitivo: batosta tremenda per gli utenti

Netflix, gli account condivisi
Netflix (Instagram) NEWSBY.IT
newsby Antonella Panza23 Gennaio 2023


La famosa piattaforma di streaming che sta conquistando tutti negli ultimi anni, sta introducendo tantissime novità. Alcune, Fano meno piacere delle altre…

Da quando qualche anno fa Netflix ha fatto il suo arrivo anche in Italia, niente è stato più lo stesso: addio agli streaming, ai siti di “pirateria”, e benvenuta a questa nuova era. Se vuoi guardare un film devi pagare, ma la piattaforma è decisamente economica e alla portata di tutti grazie all’esistenza degli account condivisi.

Netflix, gli account condivisi
abbonamento Netflix (Instagram) NEWS BY.IT

Netflix: addio agli account condivisi. Cosa sta succedendo?

In una lettera scritta per gli azionisti, Netflix ha affermato però che la condivisione degli account mina la sua capacità di investire e, soprattutto, di migliorare il servizio. “Pertanto, abbiamo lavorato sodo per creare nuove funzionalità aggiuntive che migliorino l’esperienza Netflix, inclusa la possibilità per gli abbonati di verificare quali dispositivi stanno utilizzando il proprio account e di trasferire un profilo su un nuovo account” si legge nella lettera pubblicata sui profili ufficiali della piattaforma. Hanno poi sottolineato che, gli abbonati di molti pasi, avranno la possibilità di pagare un extra se desiderano condividere Netflix con persone con cui non vivono.

Netflix, addio agli account condivisi
Netflix tv (Instagram) NEWS BY.IT

Quello che Netflix cerca di dire, è che sono circa 222 milioni gli account che condividono la password con altri 100 milioni di famiglie che potrebbero essere monetizzate. Netflix richiederà alle persone che condividono account con altri al di fuori della propria famiglia di pagare addirittura un extra per farlo. I pagamenti aggiuntivi, ormai, sono stati già implementati in diversi Paesi dell’America Latina: Netflix, però, addebita circa 3 dollari in più per ogni utente in più che si aggiunge.

Netfix ha intenzione di applicare queste regole di condivisione delle password tramite indirizzi IP, ID, dispositivo e di considerare anche l’attività dell’account. I termini di servizio di Netflix non hanno mai consentito la condivisione multi familiare, ma l’azienda ha comunque lasciato che accadesse, ritrovandosi travolta dalle critiche.

Tutte queste decisioni di Netflix potrebbero essere messe in pratica entro la fine di marzo, dunque in questo modo il servizio potrebbe perdere davvero tantissimi iscritti. Allo stesso tempo, però, potrebbe guadagnarne tanti altri che finiranno per abbonarsi in modo differenti. Dunque, a quel punto, l’azienda dovrebbe capire se sono stati di più gli utenti che si sono iscritti o quelli che hanno deciso di disattivare i propri account, preferendo altre piattaforme come Amazon Prime o ad esempio Disney Plus.