Libretto universitario digitale sulla app Io | Come funzionerà? La guida

Progetto a cura dell'Università di Pisa, punta a ridurre all'osso la burocrazia accademica: ecco come funzionerà il libretto universitario digitale

Il libretto universitario sarà presto digitale
Foto | Pixabay | mohamed_hassan
newsby Marco Enzo Venturini21 Marzo 2022


Il mondo accademico cambia e si evolve, e lo farà anche il libretto universitario. Che, come culmine delle tante innovazioni che si sono succedute per forza di cose durante l’emergenza Covid, diventerà digitale. Lo farà grazie a un progetto pilota avviato dall’Università di Pisa, e che si appoggerà sulla app Io.

L’obiettivo dell’iniziativa è chiaro: il libretto universitario digitale permetterà infatti di velocizzare una lunga serie di procedure. Non solo l’iscrizione agli esami e la loro registrazione, ma anche la stesura dei piani di studio, il pagamento delle tasse e altre procedure burocratiche spesso lunghe e farraginose. Andiamo quindi a scoprire come funzionerà.

Libretto universitario digitale: guida all’uso

L’Università di Pisa – ha spiegato a ‘Medium’ il gruppo di lavoro che si sta occupando del progetto – è partita dall’idea di eliminare completamente il libretto universitario cartaceo“. E una delle prime novità consiste nella “verbalizzazione degli esami dei propri studenti in un’area riservata del proprio sito, utile anche per prenotare le sessioni d’esame“. Ma non è tutto.

Uno studente universitario e la sua salita verso la laurea
Foto | Pixabay | mohamed_hassan

Per accedere al nuovo libretto universitario digitale sarà sufficiente scaricare la app Io. Si tratta della piattaforma con cui accedere a servizi, informazioni e comunicazioni al cittadino da parte della Pubblica amministrazione. Esplosa nell’epoca del Cashback di Stato, è tutt’ora lo strumento con cui molti cittadini accedono al proprio Green pass. Qui sarà possibile scegliere come gestire i servizi disponibili, tra cui quello della propria Università.

Il passo successivo avviene dopo aver sostenuto l’esame. Il professore incaricato della verbalizzazione procede come di consueto, nell’area riservata del portale dell’Università. Da qui, però, il voto finirà in automatico anche sul libretto universitario digitale. E lo studente potrà a propria volta accedervi grazie a una notifica che lo raggiungerà sul proprio smartphone.

Una sessione di laurea
Foto | Pixabay | marcela_net

Per conferma, si potrà entrare nella propria area riservata sulla app Io. Ma di fatto la notifica sarà sufficiente per avere la certezza che il proprio libretto universitario digitale è già aggiornato. Ma anche pagamenti annuali, voti, storico degli esami e ogni altro aspetto accademico sarà disponibile in formato telematico.


Tag: App IoLibretto universitarioUniversitàUniversità di Pisa