Konami verso una rivoluzione? Annunciata una storica chiusura

Konami è uno dei colossi del settore dei videogiochi, e da sei anni disponeva di tre divisioni di produzione: ora l'improvvisa decisione, operativa dal 1° febbraio

Konami
Konami
newsby Marco Enzo Venturini25 Gennaio 2021


Rivoluzione nel mondo dei videogiochi, con uno degli autentici colossi del settore che ha reso nota una decisione destinata a scatenare una piccola rivoluzione. Konami Digital Entertainment Co., Ltd. ha infatti annunciato in queste ore una riorganizzazione interna, che scioglierà le tre divisioni di produzione di videogiochi. La novità sarà operativa a partire dal prossimo 1° febbraio.

La chiusura delle divisioni produttive (e le possibili conseguenze)

Konami aveva costruito le sue tre Production Division circa sei anni fa. Al momento non è chiaro il destino del personale che ne faceva parte. Le prime ipotesi parlano di una riassegnazione ad altre mansioni, ma è possibile che i dipendenti della compagnia continuino a svolgere lo stesso lavoro con un accorpamento diverso, sotto altro nome.

Negli ultimissimi tempi, infatti, Konami ha già notevolmente ridotto il proprio impegno nell’ambito della produzione di nuovi videogiochi. La casa, nota per titoli di immenso successo come ‘Metal Gear’, ‘Silent Hill’ o ‘Castlevania’. Tra le eccezioni figurano ‘Yu-Gi-Oh!’, ‘Bomberman’ e la serie calcistica di grande successo ‘Pro Evolution Soccer’ (o ‘PES’).

La storia della Konami in oltre 50 anni

Konami è stata fondata nel 1969 e deve il suo nome alle iniziali dei cognomi del fondatore (Kagemasa Kozuki) e dei suoi soci originari (Yoshinobu Nakama, Hiro Matsuda e Shokichi Ishihara). Nata a Osaka come ditta per la riparazione e il noleggio di jukebox, iniziò a produrre cabinati per videogiochi arcade dal 1973. Da allora ha prodotto alcuni dei più celebri videogiochi dell’industria.

Negli ultimi anni, però, la compagnia si è aperta anche a settori diversi rispetto a quello di origine. Produce infatti anche pachinko, slot machine, anime, carte collezionabili, ma ha anche aperto centri per il fitness e il benessere. L’azienda vanta oggi oltre 10.400 dipendenti, di cui circa 1.600 lavorano per la Konami Digital Entertainment. Il reddito operativo della compagnia nel 2019 era di circa 400 milioni di euro.


Tag: KonamiVideogiochi