United Cup, è svolta grazie a Berrettini: Italia, questo successo cambia tutto

Matteo Berrettini
il tennista italiano Matteo Berrettini (Lapresse) Newsby
newsby Mario Tramo5 Gennaio 2023


L’Italia di Matteo Berrettini ha raggiunto in maniera particolare le semifinali di United Tennis Cup. Il tennista romano sempre più protagonista.

La United Cup 2023 entra sempre più nel vivo. In queste ore si sono disputati i match validi per la ‘finalissima’ in ogni città e l’Italia ha affrontato la Polonia della numero uno al mondo Iga Swiatek. Un match ricco di emozioni e che, incontro dopo incontro, ha visto diversi importanti colpi di scena. La tennista polacca, giovanissima e già vincitrice di diversi tornei dello Slam, ha deciso il match con una grande prestazione sia nel singolare che nel doppio. Nell’Italia ottima prova di Matteo Berrettini, autentico trascinatore nella prova della Nazionale guidata dal suo coach Vincenzo Santopadre.

Il tennista romano è stato protagonista di una grande prova ed ha trascinato l’Italia con una grande prestazione contro il numero uno polacco Hubert Hurkacz. I due hanno dato vita ad un match molto equilibrato con il tennista romano che ha chiuso la sfida in tre set, sfruttando il suo servizio e un diritto spesso infermabile. Buone notizie per l’Italia e per l’atleta romano, da poche ore numero uno del tennis italiano.

Con la vittoria odierna Berrettini ha realizzato un successo incredibile, ha fissato il punto del momentaneo 2 a 1 e ha illuminato i tifosi. Quello che poi tutti hanno scoperto dopo, è che la vittoria di Berrettini è stata decisiva. L’Italia è uscita sconfitta dallo scontro con la Polonia, un 3 a 2 con gli azzurri che si sono arresi soprattutto nel femminile e nel decisivo scontro nel doppio misto. 

Italia-Polonia, la vittoria di Berrettini è stata fondamentale

Berrettini
il tennista Matteo Berrettini (Ansa) Newsby

L’Italia è uscita sconfitta nello scontro con i giganti polacchi (i favoriti del torneo), ma la vittoria di Berrettini è stata decisiva. Il tennista romano ha battuto il secondo top ten in pochi giorni (dopo la vittoria sul numero tre al mondo Casper Ruud) ed entrambe le vittorie, forse anche inattese sono state decisive. L’Italia si è infatti qualificata nonostante la sconfitta per le semifinali del torneo, competizione che ora si trasferirà a Sydney, il prossimo 6 e 7 Gennaio. La Nazionale azzurra affronterà la Grecia di Stefanos Tsitsipas e Maria Sakkari, in un altro scontro che si preannuncia durissimo e di altissimo livello. Nell’altro match valido per le semifinali la Polonia sfiderà gli Usa, in quella che alcuni considerano come una finale anticipata.

La Nazionale azzurra si è qualificata alle semifinali, superando il turno come miglior finalista perdente, avendo un rapporto di vittorie totali e set superiore rispetto alla Croazia e alla Gran Bretagna (le altre due sconfitte). Decisivo è stato quindi Berrettini, che, nel 5 a 0 contro la Norvegia, ha ottenuto una vittoria prestigiosa quanto fondamentale contro il norvegese Casper Ruud, uno dei migliori tennisti al mondo. Questo ed altro visto che Berrettini ha sconfitto anche Hurkacz, in un match inutile ai fini della semifinale, ma fondamentale nella conta degli spareggi. L’Italia c’è ancora e soprattutto grazie a Matteo.