“Spalletti al posto di Mourinho”, scelta pazzesca: tradito lo Special One

Spalletti al posto di Mourinho
Spalletti e Mourinho - newsby.it
newsby Vincenzo Maccarrone26 Novembre 2022


“Spalletti al posto di Mourinho”, scelta pazzesca: tradito lo Special One. Il tecnico di Certaldo potrebbe vincere il primo scudetto in carriera

Luciano Spalletti è il nuovo Special One? La domanda può sembrare oziosa e inopportuna, ma in questa stagione il tecnico di Certaldo potrebbe ottenere dei risultati a dir poco straordinari, in linea con la mirabolante carriera di Josè Mourinho. I due allenatori, agli antipodi su molte questioni, hanno in comune più di quanto si possa immaginare.

Spalletti al posto di Mourinho
Spalletti e Mourinho – newsby.it

Un punto di contatto tra i due è senza ombra di dubbio l’Inter. Sia Mourinho che Spalletti hanno guidato la squadra nerazzurra, con risultati molto diversi come diverse erano però le risorse e le possibilità a disposizione dei due. L’allenatore portoghese, all’Inter dal 2008 al 2010, il biennio d’oro della presidenza Moratti, ha portato in bacheca due scudetti, una Champions League, una Coppa Italia e una Supercoppa italiana.

Anche Luciano Spalletti si è seduto sulla panchina della Beneamata per due stagioni, 2017-2018 e 2018-2019, le prime due con il gruppo cinese Suning in qualità di nuovo proprietario. Con la rosa che aveva a disposizione, buona ma non eccelsa, l’allenatore toscano ha centrato l’obiettivo richiestogli, la qualificazione in Champions League.

“Spalletti al posto di Mourinho”, il tradimento inaspettato

E poi c’è la Roma che il tecnico di Certaldo ha guidato in due periodi molto diversi: il primo, dal 2005 al 2009, in cui Spalletti nonostante le difficoltà economiche costruì una squadra in grado di vincere due Coppa Italia e una Supercoppa Italiana e di contendere lo scudetto all’Inter miliardaria di Moratti e Roberto Mancini.

Più breve ma comunque intensa la seconda avventura di Spalletti nella Capitale: un anno e mezzo sotto la presidenza americana di James Pallotta, arricchito da un 3/0 e un 2/o posto. La storia di Josè Mourinho con il club giallorosso è invece molto più recente.

Lo Special One rappresenta il grande colpo, tecnico e mediatico, messo a segno a maggio 2021 dall’imprenditore americano Dan Friedkin da due anni e mezzo nuovo proprietario del club giallorosso. Il primo anno di Mourinho si è concluso con la conquista della Conference League, ma in questo secondo, problemi di varia natura hanno finora condizionato il rendimento di Zaniolo e compagni.

 

Spalletti al top
Luciano Spalletti – newsby.it

Mentre Friedkin annunciava Mourinho alla Roma, Aurelio De Laurentiis decideva di puntare su Luciano Spalletti con l’obiettivo di rilanciare le ambizioni del Napoli. Una mossa, alla luce dei risultati ottenuti finora, quanto mai azzeccata. Il tecnico toscano si è inserito alla grande nel tessuto del club e della stessa città.

Dopo il 3/o posto dello scorso anno gli azzurri, usciti rivoluzionati dal mercato estivo, hanno finora dominato il campionato chiudendo la prima parte di stagione in testa alla classifica con ben otto punti di vantaggio sui campioni d’Italia del Milan. E in più si sono qualificati agli ottavi di Champions vincendo alla grande il proprio girone.

“Meglio Spalletti di Mourinho”, il tradimento di Moratti

Ed è forse a causa di questi lusinghieri risultati che l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti, intervenuto in diretta ai microfoni di Radio Kiss Kiss, ha sorpreso i suoi interlocutori tradendo, se così si può dire, Josè Mourinho, l’allenatore del triplete nerazzurro preferendogli il mister di Certaldo.

Moratti tradisce Mou
Massimo Moratti – newsby.it

Per stima e conoscenza, per me José rimarrebbe sempre la sicurezza. Sotto un aspetto di novità, però, prenderei Spalletti per il quale nutro una grande ammirazione e che sicuramente riuscirebbe a far bene. Ecco, se fossi ancora presidente dell’Inter, sceglierei sempre Spalletti”.