Juventus, l’ammissione di Zidane fa impazzire i tifosi: arriva il colpo di scena

Zinedine Zidane
Zinedine Zidane alla ricerca di una panchina per il prossimo futuro. Sarà quella bianconera? (LaPresse9 Newsby.it
newsby Giancarlo Di Stadio15 Gennaio 2023


L’ex tecnico del Real Madrid è chiaro. Porte chiuse ad un’ipotesi sul suo futuro: resta quindi in piedi solo la Juventus?

La sconfitta contro il Napoli rimette in discussione il futuro di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus. Il tecnico toscano per il momento è sopravvissuto al terremoto dirigenziale che ha colpito la dirigenza bianconera. Non è detto però che nel prossimo futuro la nuova dirigenza non possa decidere di percorrere altre strade. Una di queste porta al nome di un grandissimo ex: Zinedine Zidane.

Talento sbocciato nella Juventus dei tardi anni ’90 Zidane ha poi indissolubilmente legato il suo nome a quello del Real Madrid. Sia da giocatore che da allenatore. Con la camiseta blanca Zizou ha vinto praticamente tutto, prima sul terreno di gioco e poi dalla panchina. Ma, dopo l’ultima esperienza proprio come allenatore del Real, Zidane non ha più allenato. Al momento infatti è fermo da due anni. Nelle scorse settimane si era parlato di nazionale francese, ma il rinnovo di un altro ex Juventus Didier Deschamps gli preclude la posizione di CT.

Cosa resta? Brasile, PSG e forse Juventus? Lionel Charbonnier, ex calciatore che assieme a Zidane ha vinto un Mondiale nel 1998, ha illustrato la situazione dell’ex compagno di nazionale durante il podcast di Rothen: “Zidane aspettava la Francia. Ma adesso che Deschamps ha rinnovato? Gli conviene aspettare tre anni e mezzo? Si ritroverebbe fermo da cinque anni. E per un allenatore non è semplice. Il problema di Zidane è che dopo il Real Madrid non puoi accettare chiunque!”

Didier Deschamps
Didier Deschamps restando sulla panchina della Francia ha precluso a Zidane il suo principale desiderio (LaPresse) Newsby.it

Zidane, la rivelazione sull’ex campione della Juventus: “Sul PSG ha detto…”

Dopo il Real, secondo Charbonnier, ci sarebbero quindi pochissime squadre in grado di essere sullo stesso livello. Una di queste potrebbe essere il PSG qualora saltasse Galtier. Ma l’ipotesi parigina sarebbe da accantonare per un motivo ben preciso. “Certo il PSG sarebbe una possibilità sullo stesso livello del Real Madrid.” ha dichiarato l’ex estremo difensore dell’Auxerre. “Ma lui ha stesso ha ammesso che per allenare al PSG servono legami personali. E quindi è un’ipotesi da scartare.”

Rimarrebbe quindi in piedi la suggestione Juventus. Anche perché la soluzione prospettata da Charbonnier non contempla altri club. Infatti per quest’ultimo le strade che Zidane ha davanti sono legate ad alcune nazionali emergenti. “In Inghilterra non ce lo vedo. Sull’ipotesi Brasile diciamo che è affascinante, da tenere presente. Potrebbe esserci il Belgio a stuzzicarlo, ma a questo punto perché non provare con un paese del Maghreb come l’Algeria?”

Pochi invece i club che potrebbero permetterselo. “Per il resto la vedo difficile.” ha concluso Charbonnier. “Sono davvero pochi i club che potrebbero rientrare nel range di uno che ha allenato il Real Madrid.” E se invece si liberasse la panchina della Juventus? In quel caso i tifosi bianconeri, visto anche il no a priori al PSG, potrebbero davvero sperare di avere Zidane sulla loro panchina.