Alcol-test fatale, giocatore arrestato in Premier League: cos’è successo

Giocatori Newcastle applaudono Premier
Club di Premier League colpito dall'evento inaspettato: ecco cos'è successo (LaPresse) Newsby.it
newsby Alessia Gentile13 Gennaio 2023


Brutte notizie per il calciatore che adesso dovrà vedersela con la giustizia: il club di Premier League attende, non sono finiti i problemi.

In Inghilterra succede l’imprevedibile. Il giocatore di un club di Premier League, infatti, non si è messo in mostra solo sul campo. Ma, anzi, al di fuori del rettangolo verde di gioco ha fatto molto di più. È stato fermato e arrestato dalla polizia per guida in stato d’ebbrezza. I problemi del brasiliano, in ogni caso, non sono finiti qui.

Il giocatore in questione, fermato per un controllo in strada dalla polizia e sorpreso al volante con tasso alcolemico ben al di sopra del limite consentito, è stato Joelinton. Il brasiliano classe 1996 adesso dovrà rispondere davanti alla giustizia britannica di quanto avvenuto.

Tra due settimane esatte, infatti, dovrà presentarsi davanti ai magistrati di Newcastle e dovrà rispondere alla chiamata della giustizia. Il suo club di appartenenza, per cui si è messo in mostra tra gol e assist, non si è ancora espresso in via ufficiale. Ma certamente la notizia non avrà fatto piacere.

Joelinton applaude Newcastle
Joelinton in campo con il Newcastle prima di essere arrestato per guida in stato di ebbrezza (LaPresse) Newsby.it

Premier League, Joelinton arrestato in Inghilterra: il Newcastle attende l’incontro con il magistrato

Il portavoce della polizia di Northumbria ha dichiarato ai microfoni di ‘Sky Sport UK’ come sono andate le cose con il giocatore del Newcastle: “Poco prima dell’1:20 di oggi (giovedì), gli agenti hanno fermato un veicolo nell’area di Ponteland Road a Newcastle e hanno arrestato l’occupante”.

Si è trattato appunto di: “Joelinton Cassio, 26 anni, di Ponteland”. Il giocatore: “È stato accusato di guida oltre il limite prescritto per l’alcol“. La notizia ha immediatamente fatto il giro dei tabloid inglesi e il comportamento del giocatore ha messo in allarme il proprio club. I problemi, per lui, non sono però finiti qui perché adesso: “Dovrà comparire davanti ai magistrati a Newcastle il 26 gennaio”.

Quanto avvenuto di notte in Inghilterra non ha certamente fatto piacere al Newcastle che però non si è ancora espresso in maniera ufficiale. Per il brasiliano non è la prima volta che succedono cose di questo tipo. Già nel corso del 2020, ad esempio, ha dovuto pagare una multa salata, di 200 dollari, per aver infranto le regole legate al Covid-19. In quell’occasione è, infatti, uscito di casa per tagliarsi i capelli. Ma adesso la situazione è ancora più seria e il club di Premier League attende si saperne di più.