Hamilton, la profezia che fa infuriare i rivali: “Non accadrà mai più”

Hamilton rilancia
Lewis Hamilton - Newsby.it
newsby Vincenzo Maccarrone7 Dicembre 2022


Hamilton, la profezia che fa infuriare i rivali: “Non accadrà mai più”. Il fuoriclasse di Stevenage culla sogni di rivincita in vista del mondiale del 2023

Il 2022 sarà ricordato in casa Mercedes come il peggiore in assoluto da nove anni a questa parte. A maggior ragione da Lewis Hamilton che per la prima volta in carriera non è riuscito ad aggiudicarsi neanche un Gran Premio. Una ferita difficile da rimarginare per un fuoriclasse come lui, capace di caratterizzare un’epoca della Formula 1.

Hamilton rilancia
Lewis Hamilton – Newsby.it

Il secondo decennio degli anni 2000 nella storia degli sport motoristici verrà ricordato come quello del dominio della Mercedes. La scuderia di Brackley ha conquistato, dal 2014 al 2021, la bellezza di otto titoli costruttori consecutivi. Una vera e propria egemonia interrotta soltanto dal grande ritorno della Red Bull che grazie a un superlativo lavoro sulla propria vettura è riuscita a recuperare il terreno perduto.

Sono stati gli anni delle Frecce d’Argento e soprattutto di Lewis Hamilton alla cui guida ha vinto sei dei sette titoli conquistati in carriera. L’ottavo, come sappiamo, è sfuggito al fuoriclasse inglese solo all’ultimo giro dell’ultima gara ad Abu Dhabi strappatogli da quello che molti considerano il suo erede, l’olandese Max Verstappen.

Hamilton, la rivincita nel 2023? I dubbi di Toto Wolff

Il dominio Mercedes si è interrotto bruscamente quest’anno, quasi certamente a causa delle nuove regole imposte dalla Federazione Internazionale, norme che hanno investito soprattutto l’aerodinamica. E quello anglo-tedesco è risultato il team più penalizzato da questa mini rivoluzione fortemente voluta dalla FIA,

All’improvviso, da un mese all’altro, Lewis Hamilton è passato dal ruolo di fuggitivo a quello decisamente più scomodo di inseguitore. La nuova Mercedes, ridisegnata seguendo i dettami del nuovo regolamento, si è scoperta fin dall’inizio della stagione molto meno competitiva sia della Red Bull che della Ferrari. E il gap è rimasto fino al termine del mondiale.

Hamilton è rimasto completamente a digiuno di successi, mentre Russell ha centrato una sola vittoria. Un bilancio a dir poco magro per un team abituato a spadroneggiare in lungo e in largo per svariati anni. E a quanto pare le prospettive non sembrano molto incoraggianti.

Toto Wolff velenoso
Toto Wolff – Newsby.it

Il futuro immediato, secondo quasi tutti gli addetti ai lavori, sarà segnato da un maggiore equilibrio tra le vetture. Sarà dunque molto difficile che la Red Bull e Verstappen possano dar vita a un dominio simile a quello delle Frecce d’Argento nelle otto stagioni precedenti.

E lo stesso team principal, amministratore delegato e co-proprietario della Mercedes, Toto Wolff, è dello stesso parere: “Sappiamo chi sono i nostri rivali oggi, ma domani ne avremo degli altri e sarà così a causa del tetto di spesa. Il nostro sport dovrebbe essere così, non più una o tre squadre a battagliare davanti, ma magari cinque”.

Hamilton, la profezia di Wolff: “Mai più 8 titoli consecutivi”

Wolff si dice dunque favorevole a una maggiore distribuzione delle forze in campo e per questo si lancia in una previsione che non farà piacere agli uomini Red Bull: “Nessuno riuscirà più a vincere otto campionati di fila in futuro, perché questo è lo spirito con cui sono state pensate queste regole“.

Il manager di Vienna ha poi voluto dedicare una riflessione sulle modalità di recupero nel corso della stagione: “Rientrare in lizza è più difficile, perché non si può più semplicemente investire più soldi per ottenere velocemente risultati”.