Hamilton, la confessione choc che stravolge tutto: “L’ho odiata!”

Lewis Hamilton incubo
Lewis Hamilton - newsby.it
newsby Vincenzo Maccarrone28 Novembre 2022


Hamilton, la confessione choc che stravolge tutto: “L’ho odiata!”. Clamorosa rivelazione del pilota inglese al termine di una stagione da dimenticare

E’ stato un mondiale a senso unico. Questo appena concluso con il Gran Premio di Abu Dhabi non ha avuto storia, se si eccettua l’inizio di marca Ferrari. Max Verstappen ha dominato in lungo e in largo con la sua Red Bull lasciando le briciole ai rivali, ad uno in particolare: Lewis Hamilton. Il fuoriclasse inglese per la prima volta nella sua carriera ha concluso l’annata con uno zero alla casella delle vittorie.

Lewis Hamilton incubo
Lewis Hamilton – newsby.it

La Mercedes, rispetto alla Red Bull e alla stessa Ferrari, in sede di realizzazione della vettura non è stata in grado di interpretare al meglio il nuovo regolamento imposto dalla FIA. E i risultati, per così dire, si sono visti: le Frecce d’Argento non sono mai state realmente competitive tanto da chiudere la stagione al terzo posto nel mondiale costruttori e con entrambi i suoi drivers fuori dal podio in quello piloti.

E, udite udite, con il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton che ha chiuso la stagione a secco di successi superato anche dal suo giovane compagno di squadra, il 24enne George Russell che è riuscito a salvare l’onore della scuderia di Brackley grazie alla vittoria nel Gran Premio del Brasile.

Hamilton intervistato da Russell: quante sorprese

E’ stata dunque una stagione da dimenticare in fretta per Hamilton e per la Mercedes in generale. Soprattutto se paragonata alla cavalcata trionfale della Red Bull e di Verstappen che hanno macinato record su record, compreso quello del numero di vittorie.

Ma ora questo 2022 va in archivio e il pensiero di tutte le scuderie, compresa quella di Brackley, è già rivolto alla prossima stagione, a un mondiale di Formula 1 2023 che vedrà i grandi sconfitti di quest’ultima stagione andare a caccia di un’immediata rivincita. Perchè Lewis Hamilton non ha la benchè minima intenzione di appendere il casco al chiodo.

L’idea di ritirarsi da sconfitto non rientra nella mentalità di un fuoriclasse come il pilota di Stevenage, che anzi cercherà con ancora maggiore grinta e determinazione di riprendere la via per raggiungere l’ottavo titolo mondiale della sua straordinaria carriera.

Hamilton e Russell intervista
Hamilton e Russell – newsby.it

In attesa di tornare in pista per i vari test, sperando che la Mercedes nel 2023 sia nuovamente in grado di recitare un ruolo da grande protagonista, Hamilton traccia comunque un bilancio definitivo della stagione. E lo fa attraverso una sorta di chiacchierata/intervista con il suo compagno di squadra, George Russell.

Il giudizio del campione inglese sulla W13 è racchiuso in una frase tanto colorita quanto sincera: ““Durante l’anno abbiamo come imparato a odiare l’auto, non è vero? C’erano determinati momenti in cui odiavi quella dannata cosa perché non faceva quello che tu volevi fargli fare”.

Hamilton e l’incubo Mercedes: anche Russell è d’accordo

Dello stesso avviso è il giovane Russell che nonostante la vittoria in Brasile ha dovuto fare i conti con i problemi di una vettura evidentemente mal realizzata: “Durante il primo test – ha commentato Russell, riguardando una foto risalente alle sessioni invernali disputate a Barcellona – noi pensavamo di aver un’astronave. Invece abbiamo iniziato a rimbalzare lungo i rettilinei. Quello è stato il giorno in cui noi abbiamo scoperto la parola ‘porpoising’”, ha ironizzato l’ex Williams.