Ferrari, i tifosi sono sconvolti: l’addio è davvero inaspettato

Binotto e Leclerc addio
Binotto e Leclerc - newsby.it
newsby Vincenzo Maccarrone25 Novembre 2022


Ferrari, i tifosi sono sconvolti: l’addio è davvero inaspettato. Cambiamenti significativi all’interno del team di Maranello

La Ferrari si prepara ad affrontare nel migliore dei modi il prossimo campionato del mondo di Formula Uno. Il 2022 appena andato in archivio ha visto lo strapotere della Red Bull e soprattutto di Max Verstappen, che ha conquistato con largo anticipo il secondo titolo mondiale consecutivo.

Binotto e Leclerc addio
Binotto e Leclerc – newsby.it

La F1-75 aveva iniziato la stagione alla grande, grazie a due vittorie conquistate nei primi tre Gran Premi dell’anno. Un avvio al fulmicotone che lasciava presagire un ritorno della Rossa ad altissimi livelli, cullando addirittura il sogno di centrare quel titolo mondiale che a Maranello non festeggiano dal 2007.

Niente di tutto questo perchè la partenza sprint di Charles Leclerc e dello stesso Carlos Sainz non ha avuto un seguito all’altezza delle aspettative. Tra problemi di affidabilità in gara della vettura ed errori macroscopici al muretto, la Ferrari è tornata presto nei ranghi, finendo travolta dalla schiacciante superiorità del team di Milton Keynes.

Ferrari, tifosi sconvolti: l’addio è ormai ufficiale

Amarezza e delusione hanno ben presto preso il sopravvento sull’entusiasmo iniziale di tutto l’ambiente ferrarista. Quello che sembrava poter diventare un anno a tinte rosse si è trasformato in un vero e proprio calvario.  La F1-75, pur confermandosi una macchina molto veloce performante in prova, non è mai riuscita a tenere il passo della Red Bull in gara.

Se a un’oggettiva superiorità di Milton Keynes si aggiungono errori imperdonabili commessi al muretto Ferrari in occasioni in cui Leclerc sembrava assolutamente in grado di ottenere la vittoria (vedi Monte Carlo e Francia), il risultato finale è un secondo posto finale sì dignitoso ma a distanza siderale dai rivali.

Per tutti questi motivi ai piani alti di Maranello hanno iniziato a ragionare in merito a possibili drastiche decisioni, nel tentativo di imprimere una svolta al futuro tecnico della Ferrari. Il presidente John Elkann vuole, anzi pretende, che nel 2023 Leclerc e Sainz siano finalmente in grado di competere per il titolo.

John Elkann decide
John Elkann – newsby.it

Ed è con questo obiettivo che il numero uno della Rossa ha deciso di cambiare la guida tecnica della squadra. Qualche giorno fa si era diffusa la notizia, poi smentita, del siluramento del team principal Mattia Binotto al cui posto era già pronto ad insediarsi l’attuale numero uno dell’Alfa Romeo, Frederic Vasseurs.

Notizia poi smentita con decisione dai vertici del gruppo piemontese e dallo stesso Binotto. Ma dopo qualche giornata di quiete apparente, nelle ultime ore si è fatta strada con decisione una voce clamorosa: il manager italo-svizzero avrebbe rassegnato le dimissioni irrevocabili.

Ferrari, ad ore l’annuncio ufficiale delle dimissioni di Binotto

Le strade tra la Ferrari e Mattia Binotto dunque si separano e nelle prossime ore è atteso l’annuncio ufficiale dell’addio alla Rossa del manager di Losanna. Binotto aveva rimpiazzato nel 2019 Maurizio Arrivabene, dopo una carriera ultraventennale a Maranello in cui era diventato capo dei motoristi e poi direttore tecnico. Da tempo però l’isolamento di Binotto all’interno della scuderia era palpabile.

Binotto dimissioni
Mattia Binotto – newsby.it

A questo punto per la Ferrari ha inizio una nuova era, soprattutto nei rapporti all’intero della scuderia. Il posto di Binotto sarà preso da Frederic Vasseurs, esperto manager francese molto legato a Charles Leclerc. Ed è proprio il legame con il pilota monegasco ad aver influito sulla scelta di John Elkann. Il numero uno di Maranello vuole mettere Leclerc nelle migliori condizioni possibili per puntare finalmente al titolo mondiale.