Ferrari, scelto l’erede di Binotto: l’annuncio fa infuriare i tifosi

Mattia Binotto sostituto
Mattia Binotto (Newsby.it)
newsby Vincenzo Maccarrone2 Dicembre 2022


Ferrari, scelto l’erede di Binotto: l’annuncio fa infuriare i tifosi. Periodo di cambiamenti per il team di Maranello dopo l’addio del manager emiliano

La Ferrari ha voltato pagina. Con le dimissioni del team principal Mattia Binotto, comunicate ufficialmente qualche giorno fa dal presidente del team di Maranello, John Elkann, si è aperta formalmente una nuova era per le Rosse che nel 2023 sperano di poter competere con la Red Bull di Max Verstappen per il titolo mondiale di Formula 1.

Mattia Binotto sostituto
Mattia Binotto – Newsby.it

Ma quella che sembrava una scelta tutto sommato facile se non addirittura scontata, si è trasformata con il tempo in un vero e proprio enigma. In molti, tra giornalisti e addetti ai lavori, davano per scontata la nomina di Frederic Vasseur, esperto manager francese in forza alla Sauber-Alfa Romeo.

Una scelta compiuto per rendere più agevoli i rapporti all’interno della scuderia tra i due piloti e il management dell’area tecnica. In particolare è ben nota la profonda stima reciproca tra lo stesso Vasseur e Charles Leclerc. Ciò che sembrava dunque una semplice formalità ha poi assunto le sembianze di un mistero in piena regola.

Ferrari, la scelta del nuovo team principal si complica

Alla fine la conferma ufficiale delle dimissioni di Mattia Binotto, arrivate al termine di un infinito tira e molla mediatico, ha lasciato più incertezza che altro su quello che sarà il futuro della scuderia del Cavallino Rampante nel 2023.

Il nuovo uomo guida del muretto rosso infatti verrà nominato solo all’inizio del nuovo anno, quando ‘scadranno’ ufficialmente le mansioni di Binotto. Nel frattempo, ed era inevitabile che accadesse, è esplosa la caccia al ‘toto-nome’. E la candidatura di Vasseur, uscita allo scoperto con largo anticipo, con il trascorrere dei giorni sembra perdere di forza e autorevolezza. Non è dunque da escludere un nome a sorpresa finora mai nominato da siti e quotidiani.

A lungo si è parlato di opzioni esterne che però non avrebbero gradito il passaggio a Maranello, come ad esempio il caso dei vari Seidl e Horner, o di ex uomini già visti all’opera in Ferrari che però sembrano aver cordialmente declinato l’invito: su tutti, due mostri sacri del Circus della Formula 1 come Ross Brawn e Jean Todt.

Helmut Marko pronostica
Helmut Marko – Newsby.it

Meno considerata dai media è stata finora la cosiddetta ‘pista interna’: Laurent Mekies, attuale direttore sportivo e vice di Binotto, non sembra godere dei favori della proprietà. In particolare John Elkann non sembra convinto di affidare a Mekies la guida del team.

Eppure, anche secondo diversi osservatori e addetti ai lavori, la strada di un sostituto interno potrebbe essere percorribile. Lo pensa anche Helmut Marko, anziano manager austriaco e storico consulente di casa Red Bull, che parlando al canale ‘aziendale’ Servus TV ha provato a fare il punto su quello che sta accadendo all’interno del team di Maranello.

Ferrari, Marko ha la soluzione: “Profilo interno al posto di Binotto”

Posso immaginare che la Ferrari affiderà il lavoro a uno dei suoi uomini, l’idea espressa da Marko nel corso di questa lunga intervista. Il pensiero dell’ottantenne consulente di Horner non trova al momento alcun riscontro con la realtà.

John Elkan non pare ancora avere le idee chiare in proposito. Tra l’altro va sottolineato come il terremoto che ha investito la Juventus in questi ultimi giorni abbia contribuito parecchio a rallentare la decisione dell’imprenditore italo-francese.