“C’è il video”: Dani Alves adesso è davvero nei guai

Dani Alves video
Dani Alves Newsby.it
newsby Danilo Perri25 Gennaio 2023


Il terzino destro brasiliano Dani Alves rimane in carcere e nel frattempo salta fuori il primo video di denuncia della presunta vittima

Il mondo del calcio nelle ultime ore è stato scosso da un altro presunto abuso sessuale. Questa volta, al centro della vicenda è terminata Dani Alves. Il calciatore brasiliani, uno dei più titolati della storia del ‘football’ è terminato in carcere con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una 23enne.

Per difendere l’ex calciatore di Barcellona, PSG e Juventus tra le altre e stella riconosciuta a livello internazionale è scesa in campo pure la compagna del terzino destro verdeoro, Joana Sanz, ha manifestato la sua vicinanza a Dani Alves. Il giocatore è ora in una struttura detentiva catalana. La vicenda nelle ultime ore si sarebbe arricchita da un video che inchioderebbe il brasiliano davanti alle sue responsabilità.

Dani Alves durante il Mondiale in Qatar: la carriera del calciatore è a rischio, deve difendersi da accuse molto pesanti
Dani Alves durante il Mondiale in Qatar: la carriera del calciatore è a rischio, deve difendersi da accuse molto pesanti (LaPresse) Newsby.it

Spunta il video che ‘condanna’ Dani Alves: ‘El Periodico’ aggiunge nuovi particolari alla presunta violenza sessuale

Il calciatore, che da qualche mese si è accasato al Pumas, formazione messicana, rimane al momento in carcere a Barcellona dopo l’arresto di cinque giorni fa. L’episodio si sarebbe consumato in una discoteca catalana nella notte tra il 30 e il 31 dicembre.

Secondo quanto riferito da ‘El Periodico’, gli inquirenti avrebbero acquisito un video che dimostrerebbe la colpevolezza di Dani Alves. Le versioni dei fatti presentate dal terzino brasiliano al giudice non avevano convinto il giudice, molto più convinto dai particolari indicati dalla ragazza 23enne che sarebbe stata vittima dell’aggressione sessuale dell’ex Juventus.

Ora spunta fuori la presenza di un un video filmato dai Mossos d’Esquadra, il corpo della polizia regionale delle comunità autonoma della Catalogna. Un agente, inconsapevolmente, avrebbe attivato la telecamera indossata sul petto raccogliendo la prima reazione della presunta vittima. Nel filmato, la ragazza chiede aiuto perché aggredita e violentata.

Successivamente trasferita all’Hospital Clinic, ha ricevuto la visita di medico legale che ha riscontrate lesioni compatibili con la colluttazione, oltre a del liquido seminale che sarà adesso confrontato con il campione di DNA che Dani Alves ha deciso di consegnare agli inquirenti.

Secondo la denuncia, il terzino avrebbe invitato lei e un paio di suoi amici nell’area vip del locale. Il calciatore avrebbe avuto un primo contatto ravvicinato con la vittima, costretta a toccare i genitali dell’uomo. Il giocatore l’avrebbe poi invitata a seguirlo in bagno, dove in assenza di telecamere sarebbe avvenuta la violenza. Alla richiesta di un rapporto orale, la vittima si sarebbe opposta prima di una vera e propria colluttazione tra i due. A sostegno della sua tesi, la presunta vittima ha anche riconosciuto un tatuaggio presente sull’addome di Dani Alves.