Curling mania: in Italia lo giocano in 400, ma a Claut partirono nel 1975

L'oro di Stefania Constantini e Amos Mosaner a Pechino 2022 ha fatto innamorare l'Italia del curling. Ma in Friuli questo amore è partito decenni fa

Curling, Amos Mosaner e Stefania Constantini hanno vinto l'oro nel doppio misto
Curling, Amos Mosaner e Stefania Constantini hanno vinto l'oro nel doppio misto (Twitter - @Olympics)
newsby Marco Enzo Venturini10 Febbraio 2022


Claut è un piccolo Comune italiano di appena 880 abitanti, situato nella parte ovest del Friuli-Venezia Giulia. Ospitato in un territorio estremamente vasto, include buona parte della Alta Valcellina e rappresenta uno dei confini tra le province di Pordenone (dove si trova) e Belluno. In queste ore, però, sta vivendo una fase di inattesa fama. Perché proprio questo piccolo angolo di mondo è la patria italiana del curling.

Come il curling è arrivato a Claut

Lo sport olimpionico, che ha visto la straordinaria affermazione di Stefania Constantini e Amos Mosaner a Pechino 2022, non ha infatti una grande tradizione in Italia. L’oro di queste Olimpiadi, del resto, rappresenta la prima medaglia in assoluto per il curling azzurro. Eppure la disciplina si pratica a Claut addirittura dal 1975, e il paesino della Valcellina si gode ora la gioia di avere in un certo senso precorso i tempi.

E ora che l’intera Italia ne parla e lo ama, l’orgoglio di Claut per il curling è ai massimi livelli. “Nel nostro palaghiaccio è operativo il primo Centro federale di questa disciplina, al quale si sono poi affiancati quelli di Cortina, Cembra e Pinerolo. Se abbiamo questa struttura di eccellenza lo dobbiamo a un visionario come Alceo Della Valentina, al quale è stata intitolato l’intero impianto, che aveva visto meglio e prima di altri le sue potenzialità“. Così il sindaco, Gionata Sturam, intervistato da ‘Il Friuli’.

Un movimento piccolo, una grandissima ambizione

E la sua idea, non a caso, è ora quella di permettere ai curiosi di approfondire ancora di più questo sport e di poterlo conoscere più da vicino. Ovviamente, a Claut. “In collaborazione con la società di curling, come Comune intendiamo proporre un Open Day gratuito che ci permetta di fare avvicinare quanti più appassionati possibile. In queste ore stiamo ricevendo tantissime chiamate da parte di curiosi che ci chiedono come fare per approcciarsi. Stiamo lavorando per dare loro un’opportunità“, ha aggiunto il sindaco Sturam.

Attualmente in Italia i giocatori di curling sono appena 400, di cui 350 a livello agonistico. E anche su questo si è voluta soffermare Angela Romei, la commentatrice tecnica della Rai, che ha sottolineato l’importanza dell’oro di Pechino. “Il nostro movimento non è grande – ha ricordato –. Stiamo spesso insieme, ci conosciamo tutti. Ci incontriamo ai raduni o agli allenamenti. Oppure durante il campionato abbiamo modo di incontrarci in club diversi, ma sempre con grande gioia. E si diventa campioni olimpici con fatica e sacrifici anche in questa disciplina. Bisogna avvicinarsi al ghiaccio, occorre tanta preparazione fisica. Stefania Constantini ha 22 anni e ha iniziato 13 anni fa“.


Tag: ClautCurlingOlimpiadi invernaliPechino 2022