Ronaldo gelato, gli è stato detto in diretta: sentenza durissima

Cristiano Ronaldo perplesso
Cristiano Ronaldo perplesso per la sentenza durissima: il portoghese non ci crede (LaPresse) Newsby.it
newsby Alessia Gentile5 Gennaio 2023


Cristiano Ronaldo e la scelta di trasferirsi all’Al-Nassr attaccata su più fronti: la sentenza durissima è arrivata in diretta televisiva.

Cristiano Ronaldo, quindi, con la decisione di trasferirsi all’Al-Nassr ha stupito proprio tutti. Il suo ritorno al Manchester United nella scorsa stagione non è andato come ci si sarebbe aspettati. È infatti finito ai margini, così come avvenuto anche con il Portogallo nel corso dei Mondiali in Qatar. La sua scelta però è stata condannata su più fronti.

Non a tutti è sembrata sensata la scelta di Ronaldo di andare a giocare per l’Al-Nassr. Il club gli offre sicuramente uno ricco ingaggio. Ma proprio questo è stato il fattore più contestato. Perché dall’attaccante portoghese ci si sarebbe aspettati una chiusura di carriera diversa.

La nuova sentenza sulla sua scelta è perciò, tra le altre, arrivata in diretta televisiva. E ha fatto il paragone con un’altra possibile scelta che avrebbe coronato il suo percorso fatto di trofei e palloni d’oro. È poi arrivato, in un’ultima istanza, anche il paragone con un altro grande campione.

Cristiano Ronaldo si presenta all'Al-Nassr
Cristiano Ronaldo si presenta all’Al-Nassr durante la conferenza stampa: la sua scelta è stata fortemente criticata (LaPresse) Newsby.it

Cristiano Ronaldo attaccato su più fronti: la sua scelta è stata criticata con una sentenza durissima in diretta tv

Fabio Caressa, quindi, ai microfoni di ‘Sky Sport’ e nel corso del programma da lui condotto, nella serata di ieri ha commentato anche la scelta di Cristiano Ronaldo di trasferirsi nella lega saudita: “Se avessi guadagnato quello che ha guadagnato lui, miliardi di dollari, piuttosto sarei andato a giocare gratis allo Sporting e lo avrei portato a vincere lo scudetto. Questa è una roba da leggenda, invece che andare all’Al-Nassr a fare 10 gol a partita, per diventare il giocatore con più gol nella storia de calcio”.

“I re non diventano leggende – ha continuato il suo discorso così Fabio Caressa – se non vincono le guerre da soli. Mentre Messi ha vinto il Mondiale e gioca col PSG. Che cosa deve farci ancora con questi soldi? A me piacciono i film dove i pistoleri escono fuori con una pistola, fanno fuori tutti e poi muoiono da eroi”.

Non solo. Perché a ‘Sky Sport’ si è aggiunto anche il pensiero di Paolo Di Canio. L’ex giocatore ha dal canto suo difeso però quanto compiuto dal portoghese. E ha riferito, in modo anche abbastanza colorito: “Avrei fatto la sua stessa scelta” “Ma – ha poi aggiunto ampliando il discorso – non avrei rotto i cogl***. Si è offerto all’Eintracht Francoforte. La verità è che non lo ha voluto nessuno. Ora non deve pontificare sul campionato arabo”.