Cristiano Ronaldo, doccia fredda: beffa tremenda in Arabia Saudita

Cristiano Ronaldo si dispera
Cristiano Ronaldo (LaPresse) Newsby.it
newsby Alessandro Montano5 Gennaio 2023


Che beffa per Cristiano Ronaldo! Arriva subito la doccia fredda per CR7 dopo il suo passaggio miliardario all’Al Nassr: ecco servito lo scherzetto

Il suo futuro è stato al centro della parte finale del 2022. E il suo addio al Manchester United ha fatto eco attraverso l’avvicinamento al Mondiale di Qatar. Adesso Cristiano Ronaldo è finalmente libero dalle grinfie di Erik ten Hag, che lo aveva ridotto ad un panchinaro di lusso nei suoi Red Devils. E dopo aver cercato squadra e collocazione tra fine agosto e inizio dicembre, il portoghese ha sciolto le sue riserve con una scelta tanto pagata quanto discussa.

CR7 ripartirà all’Arabia Saudita, dall’Al Nassr dell’ex Roma Rudi Garcia e dell’ex Napoli David Ospina. Il fenomeno lusitano è il nuovo volte del club di proprietà PIF, con un contratto che ha riscritto qualsiasi record. Ben 200 milioni di euro netti a stagione per Cristiano Ronaldo, fino al 2025 e con quella clausola trapelata dalla Spagna che potrebbe riportarlo presto sui palcoscenici europei della UEFA Champions League.

Clausola che prevederebbe il passaggio di CR7 al Newcastle nel momento in cui i magpies guadagnassero la qualificazione in Champions League per il prossimo anno. Una clausola trapelata da ‘Marca’, ma che passa già in secondo piano se si considera la beffa arrivata nelle ultime ore. Una vera e propria doccia fredda per Cristiano Ronaldo e per i tifosi dell’Al Nassr, che rischiano di non potersi godere il loro nuovo beniamino.

Ronaldo ride
Cristiano Ronaldo, c’è poco da ridere: la beffa è servita (LaPresse) newsby.it

Cristiano Ronaldo, la beffa dopo l’annuncio è davvero incredibile: i tifosi dell’Al Nassr incrociano le dita, ecco svelato il motivo

Beffa che avrebbe dell’incredibile. Nonostante il multimilionario contratto siglato negli ultimi periodi, Cristiano Ronaldo non può ancora essere convocato dalla sua nuova squadra. Il motivo è da ricondurre alle regole vigenti nel campionato saudita per quanto riguarda le liste. Non solo CR7 deve scontare la squalifica che la Federcalcio gli ha imposto per aver schiaffeggiato un giovane tifoso dell’Everton (ancora due turni). Ma anche e soprattutto per l’impossibilità dell’Al Nassr di tesserare regolarmente l’ex fenomeno di Real Madrid e Manchester United.

Come confermato da un dirigente all’AFP, il club saudita non ha ancora un posto disponibile per un nuovo giocatore straniero. E per liberarlo, ci sarà bisogno di una cessione immediata o di una risoluzione contrattuale. Al momento l’Al Nassr ha otto stranieri registrati in rosa: l’ex Napoli David Ospina, i brasiliani Luiz Gustavo e Anderson Talisca, il camerunense Vincente Aboubakar, lo spagnolo Alvaro Gonzalez, l’invoriano Ghislain Konan, l’argentino Pity Martinez e l’uzbeko Jaloliddin Masharipov. Secondo la stampa saudita, proprio quest’ultimo è il candidato numero uno alla partenza, così da lasciare spazio al tesseramento di Cristiano Ronaldo.