Chi è Dani Alves, il giocatore più vincente della storia del calcio accusato di molestie sessuali

Accusato di molestie sessuali durante una serata in discoteca a Barcellona, scopriamo chi è Dani Alves, il giocatore più vincente della storia del calcio

Dani Alves Brasile
Dani Alves | Photo by Ben Taverner under the Creative Commons Attribution 2.0 Generic license
newsby Andrea Zoccolan20 Gennaio 2023


Dani Alves coppa
Dani Alves | Photo by Олег Дубина under the Creative Commons Attribution 2.0 Generic license

Quest’oggi è trapelata la notizia dell’arresto del calciatore Dani Alves a Barcellona, il 39enne è stato accusato di molestie sessuali nei confronti di una giovane e i fatti sarebbero accaduti il 30 dicembre presso la discoteca Sutton nella capitale della Catalogna. Attualmente l’ex terzino di Juventus e PSG milita nel campionato messicano nei Pumas, squadra di Città del Messico. Ma scopriamo chi è Dani Alves, il giocatore più vincente della storia del calcio.

Dai primi passi in Brasile all’Europa

Nato a Juazeiro nello stato di Bahia nel 1983 (il 6 maggio compirà quarant’anni), Daniel Alves da Silva cresce calcisticamente nel Bahia, dove debutta in prima squadra a diciott’anni, mettendosi subito in luce e attirando l’interesse di tanti club in Europa. Ad assicurarselo è il Siviglia, dove passerà i successivi sei anni fino alla consacrazione, il trasferimento al Barcellona per circa 40 milioni di euro. In blaugrana Dani Alves in otto anni vincerà tutto, 4 Coppe di Spagna, 4 Supercoppe di Spagna, 6 Liga, e 3 Champions League, termina la sua, prima avventura al Barcellona nel 2016, prima di un anno complicato alla Juventus, e un bienno al Paris Saint Germain. Dopo due anni al San Paolo si regala un’ultima parentesi blaugrana nella stagione 2021-2022, prima di approdare nella sua attuale squadra, i Pumas in Messico.

Il giocatore più vincente della storia

Se abbiamo già potuto vedere cosa sia stato capace di vincere Dani Alves con la maglia del Barcellona, il terzino brasiliano aveva già prima dei blaugrana vissuto l’emozione di conquistare un trofeo. Dopo la Copa del Nordeste neanche ventenne con il Bahia, a Siviglia arrivano una Coppa di Spagna, una Supercoppa di Spagna e soprattutto le due Coppa Uefa consecutive nel 2006 e 2007, oltre alla Supercoppa Europea 2006 vinta proprio contro il Barcellona. Nel suo anno bianconero non si fa mancare la vittoria del campionato italiano e della Coppa Italia, due scudetti conquistati anche a Parigi, oltre a una Coppa di Francia e una Coppa di Lega francese. Dani Alves in totale ha quindi nel suo palmares la bellezza di 44 trofei, davanti a leggende come Lionel Messi (fermo a 42)  e Kenny Dalglish (39).

Dani Alves Barcellona
Dani Alves | Photo by Shai Pal under the Creative Commons Attribution 2.0 Generic license

L’uomo dei record

Se con i club Dani Alves ha vinto tutto quello che c’era da vincere, con l’annata 2009 in cui è riuscito a conquistare sette trofei (unico nella storia del calcio), considerando il valore delle nazionali brasiliane in cui ha giocato, ha probabilmente raccolto meno di quanto avrebbe potuto con la formazione verdeoro. Troppo giovane per partecipare alla compagine campione del mondo nel 2002, Dani Alves nella sua ventennale storia con la nazionale ha vinto “solamente” due Coppa America, due Confederation Cup, un mondiale Under 20, e un oro olimpico giocando da fuori quota nel 2020. A questo proposito, l’uomo dei record, scendendo in campo nella gara tra il suo Brasile e il Camerun nel recente mondiale qatariota, è diventato il giocatore più anziano a vestire la maglia verdeoro nella massima competizione per nazionali.

 


Tag: Dani AlvesmolestiePalmares