I numeri di Cristiano Ronaldo alla Juve: tra gol, trofei, record e social

I tre anni di CR7 in bianconero terminano con cinque trofei, un titolo di capocannoniere e 80 milioni (risparmiati) di impatto sul bilancio della società ogni anno

Che cosa c’entra Cristiano Ronaldo con le plusvalenze della Juventus?
Cristiano Ronaldo
newsby Alessandro Boldrini27 Agosto 2021


Ormai è ufficiale: Cristiano Ronaldo non è più un giocatore della Juventus. L’ufficialità è arrivata durante la conferenza stampa di oggi in cui il tecnico dei bianconeri, Massimiliano Allegri, ha annunciato che CR7 non sarà convocato per la partita di domani contro l’Empoli. Ma qual è stato l’impatto – sia in termini sportivi sia economici – dei tre anni di permanenza dell’asso portoghese a Torino?

CR7-Juve, tre stagioni in pillole

Partiamo dai numeri. L’attaccante 36enne ha giocato in tutto 134 partite con la maglia bianconera nelle varie le competizioni. Nello specifico 98 in Serie A, dieci in Coppa Italia, 23 in Champions League e tre in Supercoppa italiana. Presenze condite da un totale di 101 gol, così suddivisi: 81 in campionato, quattro nella coppa nazionale, 14 in Europa e due in Supercoppa.

In totale Ronaldo ha conquistato con la Juve due campionati (stagioni 2018/19 e 2019/20), una Coppa Italia (2020/21) e due Supercoppe (2018 e 2020). A livello personale, la scorsa stagione ha invece vinto la classifica marcatori della Serie A con 29 gol, riuscendo ad ottenere questo riconoscimento in tre campionati diversi: italiano, spagnolo e inglese.

I record di Ronaldo in bianconero

Nella Juventus CR7 ha invece eguagliato il record del maggior numero di partite consecutive a segno in Serie A (11) e, nel 2019-2020, con 37 marcature ha anche stabilito quello del maggior numero di reti segnate in una singola stagione per il club. Cifre da capogiro, che però non sono bastate ai torinesi per portare a casa il trofeo più ambito di tutti. E cioè quella Champions League che manca ormai da un quarto di secolo.

Paradossalmente, fu proprio un match di Champions a far ‘sbocciare’ l’amore fra il portoghese e i bianconeri. Fu dopo lo splendido gol in rovesciata che CR7, allora al Real Madrid, segnò allo Stadium il 3 aprile 2018. Il silenzio dei tifosi, ammutoliti, fu interrotto solo dagli applausi spontanei che omaggiarono il gesto tecnico del fuoriclasse.

L’impatto su social e sponsor

Ma il contributo fornito da Cristiano Ronaldo alla Juventus non si limita a quello sul terreno di gioco. Tanto è stato fatto anche sotto il profilo dell’immagine del club e a livello comunicativo. Con il suo arrivo, dall’estate 2018 a oggi, la Juve ha guadagnato in termini di follower e di pubblico social, da 50,4 a 113,2 milioni.

Ci sono poi i ricavi dati dall’aumento degli introiti pubblicitari e degli sponsor, da 87 milioni a 130 in tre stagioni. Il settore commerciale ha invece registrato un incremento di 44 milioni di euro. Solo gli introiti da stadio sono aumentati da 60 a 74 milioni, per poi azzerarsi per via della pandemia.

Un peso da 80 milioni sul bilancio

Tutto ciò, però, ha anche un costo. L’operazione Ronaldo ha infatti avuto un impatto medio di 86,2 milioni sul bilancio bianconero ogni anno. Di questi, 57,3 milioni di stipendio loro e 28,8 milioni di ammortamenti. E di conseguenza è anche schizzato l’indebitamento netto della società, ora difficilmente sostenibile a causa del Covid.

Al 30 giugno 2021, infine, il valore netto a bilancio di CR7 era di 28,9 milioni di euro. Ciò significa che, per cederlo, la Juve non può accettare un’offerta inferiore ai 25 milioni di euro, altrimenti realizzerebbe una minusvalenza.


Tag: Champions LeagueCristiano RonaldoJuventusSerie A