Milan, un’altra mazzata dopo la Supercoppa: l’ultim’ora devasta i tifosi

Milan, Pioli preoccupato
Stefano Pioli ha ricevuto un'altra mazzata (LaPresse) Newsby.it
newsby Filippo Partenzi20 Gennaio 2023


Si complica la trattativa per il rinnovo del contratto di uno dei top player del Milan. L’incontro previsto per la giornata odierna è saltato.

Il Milan vuole riscattarsi, dopo la delusione vissuta mercoledì scorso a Riad. Il ko rimediato per mano dell’Inter ha fatto sfumare il primo obiettivo stagionale andando così ad allungare il periodo negativo vissuto dal club. Ora l’attenzione della squadra è rivolta alla prossima sfida in programma martedì contro la Lazio tuttavia la dirigenza, in questi giorni, dovrà cominciare a valutare la posizione di un gran numero di giocatori il cui futuro è tutto da scrivere.

È il caso, ad esempio, di Ante Rebic spesso fermato dagli infortuni e riuscito soltanto in poche occasioni ad essere determinante per le sorti rossonere (3 reti e 2 assist in 15 apparizioni complessive). Il croato, nelle intenzioni iniziali di Paolo Maldini e Frederic Massara, avrebbe dovuto ricoprire il ruolo di alternativa qualitativa di Olivier Giroud ma il francese ha dovuto ricorrere spesso agli straordinari vista la prolungata assenza dell’ex Eintracht Francoforte.

A rischio cessione anche Yacine Adli e Sergiño Dest. i quali, in questi mesi, hanno faticato ad inserirsi all’interno dello scacchiere tattico di Stefano Pioli. Il francese, arrivato in città nella scorsa estate, è stato provato in varie posizioni (trequartista, mezzala sinistra, ala) senza tuttavia incidere mai. L’ex Barcellona, invece, con il rientro del capitano Davide Calabria rischia di scivolare in maniera definitiva verso la panchina. Dossier che verranno analizzati a breve. La stessa cosa accadrà a quello riguardante Rafael Leao.

Leao deluso
Rafael Leao è ancora distante dal rinnovo di contratto con il Milan (LaPresse) Newsby.it

Milan, in stand-by il rinnovo di Leao

La trattativa, al momento, è finita in un binario morto. L’incontro tra le parti previsto nella giornata odierna, stando a quanto riportato nell’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’, è saltato e non è ancora chiaro quando verrà riprogrammato. La situazione, quindi, resta la seguente. Maldini e Massara hanno messo sul piatto una proposta da 6 milioni più bonus per un totale di 7. Cifre nettamente più alte rispetto a quelle percepite dal lusitano (1.6).

Eppure, il “sì” tanto auspicato dal popolo milanista non è ancora arrivato. Per diversi motivi. Il calciatore, ad esempio, ambisce ad un ammontare ancora superiore. Inoltre, va chiarito il nodo relativo al pagamento dei 19 milioni spettanti allo Sporting Lisbona. E non finisce qua, perché c’è anche la questione clausola rescissoria. Il club vorrebbe mantenere quella attuale (fissata a 150 milioni) mentre l’entourage di Leao preferirebbe abbassarla in modo tale da agevolare una cessione futura. La questione, è evidente, resta complessa e di difficile situazione. Una spina da risolvere il prima possibile per Maldini e Massara. Il Chelsea ed il Real Madrid, intanto, sono alla finestra in attesa di vedere che piega prenderanno gli eventi.