“Basta, mi ritiro”: decisione shock, c’è l’annuncio in diretta

Fognini, Marcell Jacobs, Giorgi, Ibrahimovic, Howe
Atleta dello sport i si è ritirato - newsby.it
newsby William Scuotto6 Gennaio 2023


Nel corso della giornata di oggi, per lo sport italiano è arrivato un annuncio di un ritiro di un famoso atleta.

Questi primissimi giorni dell’anno dello sport italiano sono stati contraddistinti sia dal ritorno del campionato, dopo la lunghissima pausa  per lasciare spazio ai Mondiali in Qatar, che dall’inizio della stagione tennistica.

Tuttavia, proprio quest’oggi, lo sport italiano piange uno dei più alti rappresentanti. Infatti, Gianluca Vialli.  dopo una lotta contro un tumore al pancreas durata cinque anni, si è spento all’età di 58 anni. La scomparsa dell’ex calciatore è di fatto una notizia che ha fatto male all’intero mondo dello sport italiano, e non solo, considerando che incarnava alla perfezione le caratteristiche che ogni sportivo dovrebbe avere nel suo bagaglio: cultura del lavoro, umiltà e il rispetto degli avversari. 

La giornata di oggi dello sport italiano è stata caratterizzata anche da un’altra notizia, ovviamente di portata totalmente diversa dalla scomparsa di Gianluca Vialli, ma comuqnue anch’essa importante. Andrew Howe , a 37 anni , ha infatti deciso di smettere con l’atletica leggera. 

Howe
Andrew Howe ha dato l’annuncio del suo ritiro dall’atletica leggera (LaPresse) newsby.it

L’annuncio di Andrew Howe: “Basta, mi ritiro dall’atletica leggera”

L’ex azzurro ha infatti dato questo annuncio nel corso del programma ‘Verissimo’’, il quale andrà in onda domani sabato 7 gennaio su ‘Canale5’: “Ho compiuto questa scelta perché voglio scoprire ancora di più di me stesso come persona e non più solo come atleta. Non smetterò mai di allenarmi, lo sport resterà comunque parte integrante della mia vita e non lascerò mai quest’ambiente”. 

Andrew Howe ha poi continuato il suo intervento del programma condotto da Silvia Toffanin: “Sono stato sempre molto esigente con me stesso, ma ad un certo punto mi sono sentito come se non avessi mai preso del tempo per elaborare tutto quello che avevo fatto. Come se non avessi mai raggiunto il mio reale obiettivo, ovvero quello di vincere le Olimpiadi. Mancata partecipazione ai Giochi di Tokyo? Si, sarei voluto andarci ed lì che è iniziata la mia crisi. Mi sono chiuso in me stesso, ho anche allontanato alcuni miei amici. Non ero più io”. 

Il campione europeo a Goteborg 2006 ed il vicecampione del Mondo a Osaka 2007 ha poi raccontato della malattia di sua madre: “Ha avuto un ictus circa due mesi e mezzo fa. Lei viveva e lavorava in America e quando ho ricevuto alle 2 di notte ero con amici, ma non ho voluto comunque dire niente a nessuno. Il giorno dopo sono subito partito per Los Angeles. Era il minimo che potessi fare, lei è stata per tutta la vita forte per me e dovevo esserlo io ora . E’ stato davvero molto felice vederla così, perché per me è stata sempre una donna invincibile. L’ho riportata in Italia e adesso sta meglio. Progetti futuri? Sto allenando qualche bambino, sono un personal trainer poi vediamo che succederà, non mi dispiacerebbe neppure il mondo dello spettacolo”.