“Non sentivo più nulla”: l’assurdo racconto dell’ex campione del mondo mette i brividi

Coppa del mondo e montagne
"Non sentivo più nulla": l'assurdo racconto dell'ex campione del mondo mette i brividi (NewsBy.it)
newsby Gennaro Di Finizio17 Gennaio 2023


Un ex campione del Mondo alle prese con un’esperienza estrema ed un racconto davvero da brividi. Parole che hanno spiazzato milioni di persone. 

Andare oltre i propri limiti, riuscire a superare quello che il proprio fisico e la propria mente impongono come mura invalicabili. Uno sportivo si pone quest’obiettivo in maniera più o meno regolare, anche se non tutti arrivano però a tenere la mente ben salda su un percorso chiaro e netto rispetto a quello che è necessario fare per non ristagnare in quella classica ‘comfort zone’ che rischia di atrofizzare anche le emozioni.

C’è chi dal mondo del calcio ha deciso di dare un taglio alla “monotonia”, e dare uno slancio alla propria vita. Poco importa aver vinto campionati, coppe nazionali ed addirittura un Mondiale: quando dentro di sé si nutre il desiderio di guarda in alto e riscoprire sé stesso in un altra forma di esistenza, nulla di tutto questo può fermarsi.

Ne ha fatto testimonianza Andrè Schurrle, calciatore tedesco che molti ricorderanno per le stagioni importante disputate con squadre di assoluto valore come Bayer Leverkusen, Chelsea o Borussia Dortmund. Ha vinto in Germania, ha vinto in Inghilterra, ma è andato – manco a farlo di apposta – anche oltre: l’ex calciatore è uno dei protagonisti della vittoria della Germania in Brasile, quando la nazionale al tempo allenata da Joachim Low riuscì a conquistare la Coppa del Mondo.

Andrè Schurrle in campo
“Non sentivo più nulla”: l’assurdo racconto dell’ex campione del mondo mette i brividi (LaPresse) NewsBy.it

Schurrle, dalla Coppa del Mondo nel 2014 all’esperienza estrema

Insomma, un calciatore che ha saputo dimostrare un livello altissimo. Ma questo, a Schurrle, non bastava. E cosi a soli 29 anni l’ex Spartak Mosca ha annunciato l’addio al calcio. “A questa cosa stavo pensando da tempo e alla fine ho deciso perché mi sono accorto che i momenti difficili, le difficoltà sono aumentate rispetto alle mie possibilità”, le parole dell’ex esterno d’attacco. Un addio che al tempo ha sorpreso tutti, e che oggi vede Andrè in panni totalmente differenti.

Il campione tedesco, infatti, ha deciso – proprio per seguire quella strada nei meandri del limiti strutturali di un essere umano – di seguire Wim Hof, alias ‘The Iceman’, in una prova incredibile che mette sotto forte pressione fisico e mente.

Schurrle, il racconto da brividi

Hof è un atleta olandese di 63 anni, ed ha un obiettivo nella vita: mixare la disciplina dell’anima e fattori motivazionali, il tutto attraverso delle prove durissime, nella fattispecie sfidando le basse temperature. Ad una di queste, come detto, ha deciso di partecipare anche Schurrle: sul monte Sniezka, fino alla vetta di 1.603 metri tra i Monti dei Giganti, in Polonia.

L’ex calciatore del Chelsea ha postato delle immagini di questa straordinaria esperienza attraverso il suo account Instagram, con un racconto da brividi dove ha riportato anche sensazioni ed emozioni. “La cosa mentale e fisica più difficile che abbia mai fatto! Gli ultimi minuti non riuscivo a sentire nulla e dovevo trovare qualcosa dentro di me per andare avanti!”, le parole di Schuurle. “Un’esperienza che non dimenticherò mai! -19 gradi, 100 km/h di vento in faccia, neve forte e pioggia!”. Insomma, i modi per andare oltre sono tanti, ma Andrè ne ha scelto uno davvero particolare.