Juventus, sta per cambiare tutto: Allegri, la scelta è fatta

Allegri in panchina
Allegri potrebbe valutare anche il passaggio al 4-3-3 (LaPresse) Newsby
newsby Salvatore Stella1 Gennaio 2023


Allegri cambierà faccia alla Juve in vista della seconda parte di stagione. Il tecnico bianconero potrebbe cambiare modulo e affidarsi a nuovi interpreti per tentare la clamorosa rimonta scudetto e l’obiettivo minimo della prossima qualificazione in Champions League

Tutto pronto per l’imminente 16^ giornata di campionato, con la Juventus chiamata alla sfida esterna contro la Cremonese. Allegri, salvo clamorosi colpi di scena, si affiderà al solito 3-5-2, ma non è escluso che il tecnico bianconero possa optare per un nuovo tema tattico, magari a partita in corso. Detto questo, le ottime prestazioni di Kean nell’ultima parte di campionato prima della pausa Mondiale, potrebbe spingere Allegri a puntare forte su di lui, considerando anche l’infortunio di Vlahovic.

L’attaccante serbo non ha ancora superato i recenti problemi di pubalgia, e difficilmente l’ex Fiorentina sarà a disposizione del tecnico bianconero per le sfide contro Cremonese e Napoli della 16^ e 17^ giornata di Serie A. Detto questo, Kean potrebbe essere promosso titolare al fianco di uno tra Milik, Chiesa o Di Maria.

Attenzione anche ad alcune novità sul prossimo undici titolare in vista della seconda parte della stagione. Paredes potrebbe contendere una maglia a Locatelli, mentre il recupero di Pogba potrebbe prolungarsi fino alla fine di gennaio o inizio di febbraio. Il centrocampista francese non ha ancora recuperato dal problema al menisco e potrebbe tornare a lavorare in gruppo solamente tra due-tre settimane. I tempi di recupero saranno valutati con calma nel corso dei prossimi giorni. Nelle ultime ore starebbe trapelando totale ottimismo.

Allegri in panchina
Le nuove strategie di Allegri in vista del girone di ritorno (LaPresse) Newsby

Allegri cambia la Juventus, ma contro la Cremonese sarà ancora 3-5-2

Come a accennato, Allegri potrebbe affidarsi, sporadicamente, anche al 4-2-3-1. Il ritorno a pieno regime di Chiesa e Di Maria potrebbero consentire al tecnico bianconero di affidarsi a due esterni offensivo di ruolo capaci di ribaltare il fronte con la loro velocità e con la loro abilità nell’uno contro uno. Chiesa potrebbe essere utilizzato anche nel ruolo di esterno a tutta fascia nel 3-5-2, mentre Di Maria, oltre a ricoprire il ruolo di seconda punta nel 3-5-2, potrebbe essere schierato (come nella finale tra Argentina e Francia) nel ruolo di esterno sinistro nel 4-3-3.

Allegri ragionerà sul da farsi, ma Kean, Paredes e Pogba potrebbero rappresentare l’ago della bilancia della nuova Juventus. Il recupero dell’ex United potrebbe coincidere con l’apertura alla cessione di Rabiot già a gennaio. Il centrocampista francese piace particolarmente al Chelsea, allo United e al Newcastle. In attesa di conoscere le prossime strategie di mercato della Juventus, ecco le probabili formazioni della 16^ giornata di campionato in programma il prossimo 4 gennaio:

CREMONESE (3-5-2): Carnesecchi; Aiwu, Bianchetti, Locoshvili; Sernicola, Castagnetti, Pickel, Meitè, Valeri; Okereke, Dessers. All. Alvini

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Danilo, Bremer, Alex Sandro; Cuadrado, Fagioli, Locatelli, McKennie/Rabiot, Kostic; Milik, Kean/Vlahovic. All. Allegri