Vasco Rossi, 5 anni fa Modena Park | Oggi Usa a bocca aperta: “È il vostro Boss”

Modena Park, concerto record di Vasco Rossi, si tenne il 1° luglio 2017. E adesso tutto il mondo lo sta scoprendo grazie al web (e i Maneskin)

Vasco Rossi a Modena Park e le reazioni degli YouTuber americani
Foto | Newsby
newsby Marco Enzo Venturini1 Luglio 2022


Era il 1° luglio 2017 quando buona parte d’Italia si fermò, e un gigantesco riflettore si accese su un punto dell’Emilia riscrivendo la storia della musica e non solo. Fu infatti quella la sera di Modena Park, il maxi concerto che radunò al parco Enzo Ferrari oltre 225 mila persone. L’evento era stato fortemente voluto da Vasco Rossi, che così voleva celebrare i suoi primi 40 anni di attività musicale. Quello che però non tutti sanno, in Italia, è che negli ultimi mesi anche gli appassionati di musica esteri (soprattutto negli Usa, ma non solo) hanno scoperto ciò che avvenne esattamente cinque anni fa nel nostro Paese. E sono rimasti a bocca spalancata.

Vasco Rossi ci mise oltre un anno a organizzare Modena Park (l’annuncio avvenne il 19 aprile 2016). Già si puntava a fare la storia, ma ciò che forse nemmeno lo stesso Blasco poteva prevedere è che la storia la si fece nel senso più letterale del termine. L’evento entrò infatti nel Guinness dei Primati, come il concerto a pagamento più affollato della storia del Pianeta. Furono battuti Tina Turner (188 mila), Paul McCartney (185 mila) e anche gli A-ha (198 mila a Rio de Janeiro nel 1991). E questo ha attirato la curiosità di moltissimi YouTuber che, sull’onda lunga del successo dei Maneskin, si sono chiesti: come funzionano musica, rock e concerti in Italia? Ebbene, qualcuno ha trovato risposte ben superiori alle proprie aspettative.

Vasco Rossi e Mad Ang, il suo primo fan americano

Soprattutto nell’ultimo anno (guarda caso mentre i Maneskin sbancavano le classifiche di tutto il mondo), i content creator che su YouTube hanno iniziato a produrre “Reactions” alle canzoni di Vasco Rossi hanno iniziato a prendere piede sempre di più. Uno dei primi (e anche tra i più noti agli stessi fan del Komandante) è Mad Ang, che il 22 giugno 2021 scoprì la versione di C’è Chi Dice No di Modena Park. “Ho subito buone vibrazioni, questa roba è già epica. Ha una grande presenza, carisma, una voce travolgente. E lo stesso vale per gli strumenti“, disse dopo pochi secondi. Poi l’esplosione: “Che cosa? Non me l’aspettavo! Da dove arriva questa roba? Non è nemmeno più rock, è più duro, è metal! Magnifico, davvero“. E sull’assolo di Vince Pastano lo YouTuber è rimasto immobile con gli occhi sgranati e la bocca spalancata.

L’amore di Mad Ang per Vasco Rossi è poi proseguito nei mesi successivi, tanto da dare vita a una playlist che a oggi comprende 30 canzoni. Nel frattempo ha proposto al pubblico internazionale altri artisti come Ligabue, Litfiba, Zucchero, Caparezza, Marlene Kuntz e addirittura Fabrizio De André e Franco Battiato. E lo stesso Blasco si è accorto di lui, dandogli un piccolo spazio su Instagram. E scatenando la sua irrefrenabile emozione.

Il complimento di Reactions by D: “Sei il Boss italiano”

Tra i più grandi estimatori americani di Vasco Rossi c’è poi il canale Reactions by D, dove la bandiera a stelle e strisce fa da sfondo alle canzoni del cantautore di Zocca. Qui invece il responsabile del canale ha scoperto Modena Park il 16 luglio 2021, tramite la sua canzone conclusiva: Albachiara. E anche qui la sorpresa da parte sua è stata assoluta, in particolare per la mole di persone presenti all’evento. “Tutta quella gente, per un concerto rock! Incredibile! E tutti conoscono ogni singola parola! Quanta vita, felicità, voglia di stare insieme! E niente violenza, ve lo garantisco“, commentò.

Quindi, dopo il lunghissimo finale a cui “D” assistette tra un “Wow” e l’altro, arrivò il complimento definitivo. “Ma chi è questo tizio? Sembra un concerto dei Metallica! In Italia non scherzano affatto! Ora ho una prospettiva completamente diversa sulle rock band europee! In Italia hanno davvero tutto! Il rock, le donne, il cibo… Dev’essere il vostro Boss, come Bruce Springsteen qui da noi!“. Nel frattempo è arrivato a 12 canzoni di Vasco Rossi, ribadendo più volte il suo parallelismo.

Modena Park, lo stupore degli stranieri: “Perché non lo conoscevo?”

E dagli Stati Uniti trasmette anche DJOE, americano ispanico che partì invece da Stupendo. “La sua voce scorre morbida come il vino, la assapori proprio. Sembra provenire da 600 anni fa. Questa musica è come il Paradiso. E la amo, la sento addosso. Sono cose che ti succedono quando ascolti musica valida. È perfezione pura“, osservò. E anche lui spiegò: “Mi dispiace, ma non lo conoscevo. Credo però che sia qualcosa di davvero grosso. E avrei dovuto conoscerlo da molto tempo“. Origini simili per Budda Slim, che ha invece scoperto Vasco Rossi grazie al medley Ridere di te/Va bene va bene così per poi dedicarsi alla versione di Senza Parole di Modena Park. Grande la sua curiosità (ha anche spiato la traduzione del testo), occhi lucidi, applausi e anche un accenno di cori. “La canzone è meravigliosa, ma poi è andato anche nel profondo. Grazie, grazie davvero“, ha concluso.

Non solo Stati Uniti, però. Dalla Gran Bretagna lo YouTuber Sid Farmer conobbe Vasco Rossi direttamente dalla canzone di apertura di Modena Park, Colpa d’Alfredo. “Non ci posso credere che non avevo mai sentito parlare di questo tizio. Quanta energia, è su un altro livello. E ci sono tanti giovani nel pubblico, voglio saperne di più su di lui. Sicuramente è qualcosa di grosso“, sottolineò. Ancora più professionali i due responsabili del canale Brit Pops React. Anche loro incapparono in C’è chi dice no, e diedero un voto medio di 8,2/10 alla canzone. Non senza aver sottolineato: “Ha un suono notevole. Qui aveva più di sessant’anni, e ha attirato un quarto di milione di persone. È impressionante, tenuto conto del fatto che qui in UK non abbiamo mai sentito parlare di lui. E non serve conoscere l’italiano per apprezzare il suo lavoro“.

Ballate e rock: i complimenti bipartisan per Vasco Rossi

Allargando ulteriormente il campo, c’è il canale di Tim & Vena Adventures, composto da una coppia (danese lui, filippina lei). Loro hanno scoperto Sally, innamorandosene pur non riuscendo a capire il testo (ma leggendone su internet una traduzione). “Non è solo una grande canzone, ma è anche tanto profonda. E la puoi davvero sentire, grazie al modo in cui lui la canta. Trasmette tutte le emozioni e i sentimenti di cui parla“, affermano. E lei addirittura si commuove. Dalla Spagna arriva invece Alberto Arroyo, YouTuber e streamer che si è guardato insieme ai suoi fan ormai mezza Modena Park. La sua preferita, su sua stessa ammissione è stata Gli spari sopra. “Che bello, quanta energia, che allegria! Non sto capendo molto quello che dicono, ma è pazzesca la loro energia. E hanno fatto il Guinness Record, lo capisco“, si è lasciato scappare. Anche lui, come sempre più persone in giro per il mondo, ha capito Vasco Rossi. In occasione del suo più grande evento, avvenuto cinque anni fa e che solo in questi mesi sta sfondando i confini italiani.


Tag: Modena ParkVasco RossiYouTube