Sveva Casati Modignani, età, vero nome, libri, marito, figli: chi è

La scrittrice, che si firma con uno pseudonimo, è una delle autrici italiane più amate: protagoniste delle sue opere sono soprattutto le donne

Sveva Casati Modignani
newsby Ilaria Macchi12 Novembre 2021


Gli appassionati di libri conoscono certamente Sveva Casati Modignani, una delle scrittrici più amate in Italia, attiva ormai da 40 anni con opere che hanno spesso come protagoniste le donne e la loro capacità di non arrendersi anche di fronte alle difficoltà. La passione per la scrittura è in lei praticamente da sempre, nonostante la sua famiglia di origine non credeva potesse affermarsi in questo settore. Anzi, i suoi genitori erano convinti che una donna della sua età dovesse pensare esclusivamente a sposarsi e avere dei figli, non tanto a realizzarsi professionalmente. Lei, però, non si è data per vinta e ha dimostrato a tutti il suo talento.

Sveva Casati Modignani: età e libri più importanti

Sveva Casati Modignani è nata a Milano il 13 luglio 1938 ed è una delle scrittrici più amate dal grande pubblico. Il nome con cui è conosciuta è però uno pseudonimo: sotto questo nome, infatti, si celano lei (all’anagrafe Bice Carati) e il marito Nullo Cantaroni, scomparso nel settembre 2004. In seguito alla morte del consorte, lei ha deciso di continuare a farsi chiamare con il nome che le ha regalato la popolarità e l’affetto da parte dei lettori.

Nonostante la famiglia non avesse grande fiducia all’idea che potesse affermarsi come scrittrice, lei è andata dritta per la sua strada e ha così iniziato a fare la giornalista di nascosto. Sin da subito sembrava che quello fosse il suo destino, la sua prima intervista è stata addirittura a Josephine Baker. Ben presto, però, si è resa conto di voler esprimere la sua vena creativa con i libri, una scelta che si è rivelata pienamente azzeccata.

Determinante è stato proprio l’appoggio del marito, che l’ha spinta a credere nelle sue potenzialità già con il suo primo romanzo, datato 1981, dal titolo “Anna dagli occhi verdi“. Lui, infatti, ha fatto il possibile affinché l’opera potesse essere pubblicata. E’ stato poi il loro editore, Tiziano Barbieri, a spingerli a utilizzare lo pseudonimo, nonostante loro volessero inizialmente utilizzare il doppio nome.

Chi pensa che alcuni dei suoi personaggi siano ispirati alla sua vita, però, si sbaglia. O almeno è quello che la scrittrice ha voluto precisare: “Direi che tutti i personaggi che io racconto, sia maschi sia femmine, hanno qualcosa di me, inevitabilmente, perché sono io che li racconto. Quindi probabilmente hanno il mio linguaggio, hanno i miei pensieri. Qualche volta hanno anche le mie stesse reazioni, i miei comportamenti, però sono altro” – ha detto in un’intervista a ‘Mangialibri’.

Qual è l’ultimo libro di Sveva Casati Modignani?

L’ultimo libro della scrittrice si intitola “L’amore fa miracoli” ed è uscito in libreria lo scorso 5 ottobre per Sperling & Kupfer. Protagoniste dell’opera sono ancora dei personaggi che chi ama le sue opere conosce bene, ovvero Gloria, Andreina, Maria Sole e Carlotta. Il gruppo di amiche era già stato protagonista dei romanzi “Festa di famiglia” e “Segreti e ipocrisie”.

Le donne dimostreranno come l’amore sia fondamentale nella vita di ognuno. C’è chi infatti trova il riscatto dopo una serie di delusioni, chi non ha ancora rivelato al futuro padre di essere in dolce attesa, chi rivelerà un segreto dopo avere vissuto relazioni senza troppi pensieri e chi scoprirà cosa il destino abbia in serbo per lei.

La sua vita privata

Sveva ha conosciuto Nullo Cantarini, l’uomo della sua vita, nel 1960 a Parigi. I due hanno avuto inizialmente una storia durata pochi mesi, per poi perdersi di vista. Tre anni dopo si sono però ritrovati e hanno scoperto di essersi innamorati l’uno dell’altra per sposarsi nel 1971. Era stata lei stessa in un’intervista a ‘Il Giornale? a parlare della loro collaborazione artistica: Io ero quella che raccontava, lui quello che rileggeva, criticava e correggeva. Come sempre: chi fa è la donna, chi critica è l’uomo”.

Nel 1984 l’uomo si è ammalato, ma nonostante le difficoltà ha continuato a supportarla: “Ormai era nata la leggenda che lui scrivesse e io andassi in giro a promuovere i libr. Figurati, è stato malato per vent’anni. Così molti pensavano che, morto lui, avessi chiuso. Le donne non godono di molta considerazione, spesso da parte dei loro simili”.


Tag: libriSveva Casati Modignani